Susanna Chiesa replica a Fedez: «Ne riparliamo con sentenza definitiva»

La lecchese replica al rapper e al suo avvocato

Susanna Chiesa replica a Fedez: «Ne riparliamo con sentenza definitiva»
Lago, 30 Novembre 2017 ore 16:43

Arriva la replica di Susanna Chiesa a Fedez.

Fedez accusa Susanna Chiesa

«Ringrazio sentitamente Federico Leonardo Lucia per avermi dato spazio su tutte le maggiori testate italiane». E’ piccata la replica di Susanna Chiesa a Fedez e al suo avvocato. La mandellese, nota a Lecco anche per il suo impegno con l’associazione animalista Freccia 45, è da stamattina sui maggiori quotidiani d’informazione italiani, poiché condannata per esercizio abusivo della professione di avvocato: 7 mesi di reclusione e 400 euro di multa le sono stati comminati dal Tribunale di Milano, ieri. «Evidentemente mi ha ricordata. Non poteva farne a meno», dice Chiesa. «Mi ha stimata evidentemente … mi ha anche vezzeggiato se penso ai regali che mi ha fatto, tra cui una collana con incastonati 33 diamanti. Voleva ringraziarmi per averlo portato in Sony Music per discutere il primo contratto da mezzo milione di euro, come sanno tutti gli addetti del settore».

Le accuse a Chiesa

Come spiegato dalla Newtopia (ufficio stampa di Fedez) «è stato l’attuale avvocato del rapper, Cristiano Magaletti a mettere la pulce nell’orecchio del cantante, quando aveva notato, nelle fatture emesse da Susanna Chiesa, voci di spesa decisamente sproporzionate. Alcune indagini svolte sempre dal legale, hanno consentito di appurare che la dottoressa Chiesa, che si era sempre spacciata con Fedez come avvocato, tale non era affatto. Anzi, al tempo, non era nemmeno praticante abilitata: ciononostante aveva preso somme a titolo di Cassa Forense e trattato questioni giuridiche anche di un certo rilievo. Approfittando della fiducia che il rapper riponeva in lei la Chiesa gli aveva fatto pagare somme piuttosto elevate per spese che avrebbero dovuto riguardare questioni legali ed invece servivano a rimborsare spese personali della dottoressa: biancheria intima, cene, bollette del telefono e molto altro ancora. Dopo due anni dalla denuncia, giunge finalmente la condanna».

La replica

Aspra la risposta di Susanna Chiesa, che in una nota stampa scrive: «Pagamenti puntuali delle fatture emesse e regali, in aggiunta, erano il concreto riconoscimento della qualità e del risultato del lavoro di consulenza e di management che non sono mai stati contestati. Un po’ meno carino è il fatto che, con una piroetta da “comunista col rolex”, abbia “dato della truffatrice” a chi lo ha aiutato a diventare il personaggio che ora è.
Poi taluno gli ha messo una pulce nell’orecchio… e si sa, le pulci pungono e infettano … è facile anche immaginarne la ragione… Di questa vicenda ne riparleremo, con calma e con cognizione di causa quando ci sarà un sentenza definitiva e non un iter processuale ancora in corso. Per ora una sola cosa è certa: ho contribuito e grandemente a far crescere Fedez e ne sono felice! Auguri, Federico!».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia