Spacciava cocaina: 16mila euro di multa e oltre 3 anni di carcere

Lo spacciatore è stato portato in carcere a Bergamo

Spacciava cocaina: 16mila euro di multa e oltre 3 anni di carcere
28 Ottobre 2017 ore 13:29

Era stato accusato di spaccio continuato di sostanze stupefacenti. Dopo l’iter giudiziario i giudici gli hanno negato il ricorso in Cassazione. Dovrà scontare 3 anni e 8 mesi di carcere e pagare una multa salata.

In carcere un 34enne marocchino

Si sono presentati a casa sua i Carabinieri della Compagnia di Treviglio e l’hanno arrestato su ordine di carcerazione, si tratta di Ezzaat Hicham, 34enne marocchino, da tempo domiciliato a Treviglio colpito da un provvedimento restrittivo della libertà personale emesso a suo carico dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lecco. L’uomo dovrà scontare una pena pesante: 3 anni e 8 mesi di reclusione, oltre al pagamento di 16.000 euro di multa.

 

Spacciava cocaina “al dettaglio”

Allo straniero era stato contestato lo spaccio continuato di sostanze stupefacenti per fatti commessi, tra il 2014 ed il 2016, tra le province di Bergamo e Lecco. Era la cocaina la droga trattata da Ezzaat Hicham nelle sua ripetute attività di spaccio “al dettaglio”. Ora è arrivato il provvedimento esecutivo di carcerazione emesso a suo carico dopo l’inammissibilità del ricorso per Cassazione, mettendo così la parola fine all’iter giudiziario del 34enne. Dopo le formalità di rito il magrebino è stato tradotto al carcere di Bergamo, dove sconterà  la sua condanna definitiva.

Nel 2013 era stato arrestato a Olginate

I militari della stazione di Olginate lo avevano arrestato nell’agosto del 2013 mentre erano impegnati in un mirato servizio di osservazione del territorio. Infatti avevano notato  Ezzaat giungere a bordo della sua «Ford Fiesta» all’interno del parcheggio del Brico di Olginate. Dopo pochi minuti al veicolo si era avvicinata una giovane «cliente» del marocchino che avea acquistato una dose di cocaina. Il pusher era finito in manette e gli avevano trovato 14 dosi di cocaina, pronte per esser cedute, oltre a denaro provento dell’illecita attività.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia