Tuffo dei sommozzatori per debellare un’alga “aliena” FOTO

Dalle sponde calolziesi del lago di Olginate si sono tuffati i sommozzatori dell'associazione Talata Sub di Desenzano del Garda.

Tuffo dei sommozzatori per debellare un’alga “aliena” FOTO
Valle San Martino, 16 Gennaio 2020 ore 17:33

Lavori in corso a Calolziocorte, dove i più attenti hanno notato diversi sommozzatori fare dentro e fuori dall’acqua del lago di Olginate dalla sponda calolziese.

LEGGI ANCHE: Trauma cranico a scuola: bimbo di 6 anni trasportato in elicottero a Bergamo

Lavori in corso a Calolzio

Nella mattina di oggi, giovedì 16 gennaio 2020, nel lago di Olginate si sono tuffati i sommozzatori dell’associazione Talata Sub di Desenzano del Garda. All’altezza del molo in via De Gasperi che si affaccia sulla sponda calolziese del lago di Olginate, i sub hanno posizionato tutte le loro attrezzature e si sono messi al lavoro per posizionare dei teli che serviranno per debellare un’alga non autoctona. Operazioni che proseguiranno sino  a sabato 18 gennaio.

4 foto Sfoglia la gallery

Clicca e scorri per vedere tutte le foto

Teli per debellare un’alga non autoctona

L’iniziativa sperimentale del Parco Adda, finanziata da Regione Lombardia e Cartiera dell’Adda, è volta all’eradicazione e al contenimento della specie Elodea nuttallii, macrofita acquatica invasiva. I tecnici della ditta EcoVolo di Sirmione così posizioneranno in questi giorni circa 1.400 metri cubi di telo di juta che andrà a coprire la superficie del lago e togliere in questo modo la luce a questa alga non autocotona. Il lavoro proseguirà poi nelle prossime settimane nel lago di Garlate, sulla sponda di Vercurago.

6 foto Sfoglia la gallery

Clicca e scorri per vedere tutte le foto (Foto Stojanovic)

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve