Slc Cgil Lombardia, situazione Poste italiane: "accelerazione sulle scelte politiche attive"

Slc Cgil Lombardia apprende che, nella giornata del 10 luglio, le Segreterie Nazionali di Slc Cgil hanno chiesto a Poste Italiane un intervento urgente per accelerare le scelte sulle politiche attive.

Slc Cgil Lombardia, situazione Poste italiane: "accelerazione sulle scelte politiche attive"
14 Luglio 2019 ore 13:08

Slc Cgil Lombardia apprende che, nella giornata del 10 luglio, le Segreterie Nazionali di Slc Cgil hanno chiesto a Poste Italiane un intervento urgente per accelerare le scelte sulle politiche attive.

Slc Cgil: "Ad oggi situazione ancora insufficiente"

Le Segreterie Nazionali hanno chiesto un intervento per accelerare le scelte sulle politiche attive, in quanto, ad oggi, alla luce delle uscite pensionistiche del primo semestre 2019, la situazione non è sufficiente. La richiesta nazionale pone una forte attenzione alle difficoltà che Poste Italiane sta scontando nel reclutare personale a Tempo Determinato stante i limiti dei criteri di selezione per essere assunti. E' evidente che Poste Italiane dovrà uscire dalla logica delle soluzioni di corto respiro e concordare con il Sindacato, magari con un accordo quadro in sede di Ministero del Lavoro, soluzioni di prospettiva che permettano, alla luce delle nuove norme legislative, un'azione straordinaria per accelerare le stabilizzazioni e il ricambio generazionale ipotizzando soluzioni decentrate per rispondere a esigenze territoriali.

Non si può più rinviare

Slc Lombardia ritene non più rinviabile l'intervento nell'interesse delle Lavoratrici e dei Lavoratori ed è per tali motivi che è stato avviato un'azione vertenziale programmando iniziative d'incontro con le Istituzioni. Le segreterie ritengono che per un'azienda a controllo pubblico la garanzia occupazionale non può prescindere dalla qualità e dalla stabilità dell'occupazione.

"Preferiscono fare polemica mezzo stampa"

"Stupisce constatare che a livello locale alcune Organizzazioni Sindacali preferiscono fare polemica a mezzo, stampa esprimendo giudizi su azioni coraggiose che Slc Lombardia e i propri iscritti hanno messo in campo. Ci chiediamo cosa possa produrre il limitarsi a fare i “compitini” assegnati dalle strutture superiori. Oggi le loro strutture Nazionali insieme a Slc Nazionale li hanno smentito con i fatti, questa è la semplice verità" afferma la Segreteria Regionale Area Servizi Postali.