Menu
Cerca

Si finge donna delle pulizie ma è una ladra, lecchese in manette

E' stata letteralmente beccata con le mani nella marmellata, eppure, di fronte agli uomini in divisa è riuscita a inventare una fantasiosa scusa...

Si finge donna delle pulizie ma è una ladra, lecchese in manette
Cronaca Lecco e dintorni, 30 Aprile 2018 ore 17:18

Si finge donna delle pulizie ma è una ladra, lecchese in manette. E’ stata letteralmente beccata con le mani nella marmellata, eppure, di fronte agli uomini in divisa è riuscita a inventare una fantasiosa scusa… peccato che sia stata prontamente smentita e smascherata. A finire in manette è stata F.R., 47enne italiana residente  in provincia di Lecco, con precedenti per reati contro il patrimonio,

L’intervento della Polizia

L’incredibile vicenda è avvenuta nella serata di ieri, domenica, a Lecco e precisamente in via Caduti Lecchesi a Fossoli dove era scattato un allarme anti intrusione in un supermercato. Per questo sul posto è  intervenuta per un controllo una pattuglia della Squadra Volanti della Questura di Lecco. Giunti sul posto i poliziotti hanno subito notato la serranda del negozio sollevata di circa un metro. Per non dare nell’occhio (e nell’orecchio) gli agenti si sono avvicinati con circospezione e a sirene spente. Visto che dall’interno si sentivano rumori hanno deciso di entrare.

Si finge donna delle pulizie ma è una ladra

Una volta dentro gli agenti hanno notato una donna che tentava di nascondersi tra gli scaffali. Vistasi scoperta la donna ha tentato di giustificarsi di fronte alle forze dell’ordine dicendo di essere la donna delle pulizie. Di più. La 47enne ha pure raccontato  di aver preso accordi con una cassiera per pulire il negozio di notte. Peccato però non ricordasse il nome di questa fantomatica cassiera. Non solo ma nella sua ricostruzione fantasiosa ha pure sostenuto di aver pattuito nel pomeriggio con la stessa cassiera il pagamento di alcuni prodotti contenuti nella borsa termica trovata in suo possesso, per la cifra di euro 20. Aveva detto quindi alla cassiera che li avrebbe ritirati dopo aver terminato le pulizie del negozio.

Smascherata

Peccato che di lì a poco è arrivato il direttore del supermercato che ha fatto crollare l’intera ricostruzione della donna. All’interno del negozio gli agenti hanno verificato che era stata manomessa  una vetrina in Plexiglass, presumibilmente con  un paio di grosse forbici da giardiniere rinvenute molto vicino proprio lì vicino.  Nella teca erano conservati i prodotti tecnologici, tra cui due cellulari e due hard disk trovati in possesso della donna.

La merce

All’interno della sua borsa termica i poliziotti hanno trovato   due telefoni cellulari,  due hard disk, un orologio con videoproiezione nonché confezioni di formaggio e pesce surgelato, del valore complessivo di oltre 300 euro.

Il processo

Nella mattinata di oggi  è stato celebrato il rito direttissimo presso il Tribunale di Lecco al termine del quale,  nei confronti della donna è stata applicata la misura dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria, in attesa di giudizio.

 

 

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli