Cronaca
Lutto

Si ferì con la motosega: muore 10 mesi dopo il terribile incidente

Verranno celebrati nel pomeriggio di oggi, lunedì 21 novembre 2022,  a Mandello, i funerali di Enrico Lafranconi

Si ferì con la motosega: muore 10 mesi dopo il terribile incidente
Cronaca Lago, 21 Novembre 2022 ore 11:08

Verranno celebrati nel pomeriggio di oggi, lunedì 21 novembre 2022,  a Mandello, i funerali di Enrico Lafranconi, il pensionato rimasto ferito nella mattinata  martedì 11  gennaio 2022 durante un terribile incidente con una motosega. Saranno in tanti i mandellesi che oggi, alle 15.30 si riuniranno nella chiesa del Sacro cuore per dirgli addio.

Si ferì con la motosega: muore 10 mesi dopo il terribile incidente

Classe 1952 Lafranconi era un volto noto e stimato a Mandello. Ex dipendente della Carcano, storico componente del gruppo Corvi del CAI Grigne, consigliere del Consorzio Alpe di Era, aveva anche fatto parte del soccorso Alpino

Come detto lo scorso gennaio era rimasto vittima di un terribile incidente mentre si trovava nella sua baita  nei pressi di piazza San Giacomo, in una zona raggiungibile con una strada sterrata nei pressi della chiesa.

Il terribile incidente

Lafranconi stava effettuando dei lavori agricoli ed in particolare stava tagliando della legna con un sega circolare a lama rotante con diametro di circa 50 centimetri quando qualcosa nelle operazioni era andato storto e l'uomo era rimasto ferito in maniera estremamente grave.

Alcuni passanti avevano  dato l'allarme mettendo in moto la macchina dei soccorsi. Sul posto la Centrale operativa dell'Agenzia Regionale di Emergenza e Urgenza aveva  dirottato l'elicottero decollato da Como e atterrato nel piazzale del cimiteri. Mobilitati anche i volontari del Soccorso di Bellano ,

Lafranconi, che nell'incidente  aveva riportato un trauma cranico e trauma al volto con lesioni multiple, era stato stabilizzato sul posto prima di essere trasferito sull'eliambulanza per il trasporto all'ospedale San Gerardo di Monza in codice rosso. Da lì era stato trasferito poi a Carate e anche a Lecco. A ottobre il ricovero all'Airoldi e Muzzi dove è spirato.

Seguici sui nostri canali