Una serata per ricordare le grandi imprese del Bacc

Commozione e ricordo, ammirazione e stupore si mischieranno durante l'evento voluto per onorare la memoria dell'alpinista Marco Anghileri, morto il 14 marzo 2014 sul Pilone Centrale del Freney sul Monte Bianco

Una serata per ricordare le grandi imprese del Bacc
Cronaca 07 Novembre 2017 ore 15:26

Il Cai di Ballabio organizza una  serata per ricordare le grandi imprese del Bacc. Commozione e ricordo, ammirazione e stupore si mischieranno durante l'evento voluto per onorare la memoria dell'alpinista Marco Anghileri, morto il 14 marzo 2014 sul Pilone Centrale del Freney sul Monte Bianco.

Le imprese del Bacc

Le imprese di Marco Anghileri (Bacc) un esempio dell'Alpinismo. E' questo il titolo dell'evento in programma per sabato 11 novembre. L'appuntamento è al Centro Polifunzionale di Ballabio a partire dalle 21.

Marco Anghileri nel ricordo di Calumer

"Ho visto Marco nascere e crescere. Per me era come un figlio". Queste le parole che Giuseppe Orlandi, numero uno del Cai Ballabio, aveva detto al Giornale di Lecco subito dopo la tragedia del Monte Bianco. Un tragedia che aveva  spezzato la vita di Anghileri. "Eravamo molto amici. Anche con la sua famiglia, dal momento che con il papà Aldo abbiamo arrampicato tante volte insieme" aveva aggiunto Orlandi, noto a tutti come "Calumer". "L'ho visto crescere sia come uoeme. Poi abbiamo preso strade differenti, ma siamo rimasti molto vicini. Con Marco il rapporto è sempre stato specialmo, sia come alpinista. Era tra l’altro iscritto al Cai di Ballabio. Siamo andati diverse volte in montagna insieme e io seguivo sempre da vicino le sue imprese, lo aiutavo a prepararle e ne parlavamo tanto. Così abbiamo fatto anche per la salita alla vetta del monte Bianco. Quando è partito all’inizio della settimana scorsa, ha detto che, appena conclusa l’i mpresa, mi avrebbe telefonato per darmi la bella notizia».