Ecco come sarà il nuovo Centro Casatenovo FOTO

I rendering del nuovo central park e della viabilità prevista nel maxi progetto

Ecco come sarà il nuovo Centro Casatenovo FOTO
Cronaca 20 Ottobre 2017 ore 18:00

Un «central park» nel nuovo Centro Casatenovo. Un polmone verde in mezzo a palazzi moderni, con nuove strade e una piazza del mercato destinata al commercio.  La Giunta nei giorni scorsi ha ufficialmente adottato due dei tre piani integrati necessari perché il progetto possa definirsi completo. Quelli della Immobiliare Casatenovo e di Devero Costruzioni. Manca invece quello di Ferrarini Vismara.

Nuovo Centro Casatenovo

L’assessore all’Urbanistica Marta Comi predica quindi ottimismo: “Abbiamo in mano quasi tutta la documentazione, manca la convenzione. Ma siamo in costante contatto con la proprietà e dovrebbe essere questione di poco tempo”. L’adozione dei due piani integrati è un ulteriore passo verso quel progetto del nuovo centro di Casatenovo arenato ormai da oltre dieci anni. Il piano integrato della Immobiliare Casatenovo prevede dunque la realizzazione di edifici residenziali, in parte a mercato libero e in parte in edilizia convenzionata; una superficie commerciale in quella che oggi è la piazza del mercato, con riqualificazione della stessa e quindi realizzazione di parcheggi pubblici; la realizzazione di una strada parallela a via Casati e anche di una rotonda in fondo, tra le vie Casati e Greppi; la riqualificazione di via Greppi; la cessione di un parco pubblico attrezzato. Devero Costruzioni realizzerà invece 10mila metri cubi di edifici residenziali e parte del parco pubblico; sistemerà inoltre via Chioso con trenta nuovi parcheggi a uso della biblioteca; realizzerà una rotonda in fondo a via Chioso.

La polemica grillina

Duro invece il commento di Loana Trevisol, capogruppo del Movimento Cinque Stelle. “Siamo alle solite, qui ci sono due proprietà private che rispettano i tempi e una che ci prende in giro – ha affermato Trevisol – E’ dal mese di agosto che aspettiamo “da un giorno all’altro” gli ultimi dettagli dalla Vismara, ma puntualmente non arrivano. Non capisco perché il Comune continui ad aspettare questo privato. Dovrebbe andare in Regione e chiedere di poter avviare il progetto con i soli due piani adottati: così le due proprietà che hanno rispettato i tempi potrebbero iniziare a costruire ed eventualmente a vendere le loro case, così forse anche la Vismara correrebbe ai ripari e velocizzerebbe il tutto”.

10 foto Sfoglia la gallery
Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli