Menu
Cerca
Valsassina

Sabato l’ultimo commosso saluto alla maestra Colciaghi

La maestra Colciaghi, una vera e propria istituzione, si è spenta venerdì scorso ma è stato deciso di attendere per celebrare la cerimonia funebre per consentire ai parenti  che vivono negli Stati Uniti di poter giungere in Italia per tributarle un ultimo doveroso omaggio

Sabato l’ultimo commosso saluto alla maestra Colciaghi
Cronaca Valsassina, 24 Febbraio 2021 ore 12:08

Verranno celebrati sabato 28 febbraio 2021 alle 10.30 nella chiesa parrocchiale di Cremeno i funerali della maestra  Maria Adele Colciaghi,  scomparsa all’età di 97 anni nella Casa di risposo di Barzio.

Sabato l’ultimo commosso saluto alla maestra Colciaghi

La maestra Colciaghi, una vera e propria istituzione, si è spenta venerdì scorso ma è stato deciso di attendere per celebrare la cerimonia funebre per consentire ai parenti  che vivono negli Stati Uniti di poter giungere in Italia per tributarle un ultimo doveroso omaggio. Nata a Viganò  e dopo le prime esperienze di insegnamento a Casatenovo e nel suo paese natio, aveva accettato  di trasferirsi ad insegnare a Concenedo (frazione di Barzio). Era  il 1949 e aveva operato la scelta, coraggiosa per l’epoca, contro il parere   dei familiari preoccupati per la distanza che separava la   Brianza dalla Valsassina. Ma la maestra non era certo il tipo da scoraggiarsi. Iniziò ad insegnare nella frazione, ma trovò casa a Cassina e da quel giorno non lasciò mai più la Valle dove  continuò a lavorare fino al 1981. A Cassina aveva anche incontrato il marito, Ferruccio Mazzoleni (classe 1916 morto nel 2000), personaggio molto noto in paese per aver gestito per anni, con la sorella Lina, la piccola bottega di alimentari punto di riferimento per tutti i cassinesi. Dal matrimonio erano nati i due figli Silvia, morta nel 2003  e Giancarlo, recentemente scomparso.

Conosciuta, rispettata e amata da tutti, Maria Adele fino a qualche anno fa, in maniera volontaria ma con grande professionalità, regalava il suo tempo ai bambini delle scuole elementari di Cassina per le lezioni di recupero e anche al Coe (centro orientamento educativo) di Barzio dove  insegnava l’italiano agli stranieri.
Il 2 giugno  2008,  al Jolly Hotel Pontevecchio di Lecco, in occasione del 62° anniversario della Fondazione della Repubblica la maestra Colciaghi era  stata insignita dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana  «Per aver impiegato le proprie energie e capacità, conseguendo risultati encomiabili nell’ambito della vita civile nella nostra società».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli