Cronaca
Lutto

Profondo dolore per la scomparsa di Cesare Perego, storico presidente della Comunità Montana

Se ne è andato ieri, dopo una giornata di gestione delle visite e di Guida ai Piani Resinelli ultimata con la solita allegria e passione

Profondo dolore per la scomparsa di Cesare Perego, storico presidente della Comunità Montana
Cronaca Lecco e dintorni, 17 Giugno 2022 ore 07:41

E' profondo in tutto il Lecchese, da Valgreghentino fino alla Valsassina e non solo, il dolore per la scomparsa di Cesare Perego, storico presidente della Comunità Montana Lario Orientale (poi fusasi con quella della Valle San Martino), che è scomparso ieri, giovedì 16 giugno 2022, a 65 anni.

Profondo dolore per la scomparsa di Cesare Perego, storico presidente della Comunità Montana

Artigiano, già titolare di una impresa idraulica, ora in pensione,  Cesare Perego aveva dedicato  tempo, energie, competenze e passione al territorio dirigendo per anni la Comunità Montana (che per lungo tempo ha avuto sede a Galbiate).

Non solo ma il suo desiderio di dedicarsi al bene comune lo aveva portato ad impegnarsi anche in campo amministrativo come consigliere comunale a Valgreghentino, il suo paese. "L’Amministrazione Comunale, a nome di tutta la comunità, esprime le più sentite condoglianze e si stringe al dolore dei familiari di Cesare Perego, per diversi anni consigliere comunale e già Presidente della Comunità Montana del Lario Orientale, venuto improvvisamente a mancare ieri sera" queste le parole del sindaco Matteo Colombo. Perego nel 2020 ave perso  il fratello  Giambattista Perego, gigante buono dei Volontari del Soccorso di Calolzicorte  morto a soli 55 anni.

Le miniere

Negli ultimi anni era stato anima e motore del Parco minerario dei Piani Resinelli, un sito che fa compiere un viaggio nella storia della  tradizione metallurgica del nostro territorio, fin dagli albori medievali.

Fu proprio Cesare Perego ad avere  l’intuizione e la caparbietà di trasformare le ex miniere dismesse di Cortabbio di Primaluna e dei Piani dei Resinelli in parchi minerari e poi la volontà e la sensibilità di renderle accessibili a quante più persone possibili.

Commosso il ricordo di Dario Milani, ex presidente della società che gestisce le miniere.

"Con rammarico devo comunicare il decesso del mio recente successore alla presidenza della Grignolo srl, società che gestisce le Miniere Turistiche del Lago di Como, Cesare Perego. Dopo una giornata di gestione delle visite e di Guida ai Piani Resinelli ultimata con la solita allegria e passione, dopo poche ore se ne è andato.

Da tempo ha atteso di potersi dedicare alle miniere, nate progettualmente e turisticamente con lui quando era presidente della Comunità Montana del Lario Orientale. Si è messo in gioco anche come Guida e la passione di certo non gli mancava, come il piacere di gestire ogni aspetto dell'attività.
Grazie Cesare per l'impegno e l'entusiasmo con cui hai affrontato ogni ruolo.
Le nostre sentite condoglianze a tutta la famiglia".

Profondo lo sconcerto di Antonio Rusconi, sindaco di Valmadrera.

Come Sindaco di Valmadrera , ma soprattutto come amico, vorrei partecipare al dolore della moglie e del figlio per la scomparsa improvvisa di Cesare Perego, Presidente per oltre un decennio della Comunità Montana del Lario Orientale, alla quale ha dato un impulso determinante e straordinario.
Per quelle strane circostanze della vita , mi ha comunicato la triste notizia l'amico Valter Corti della Coldiretti, proprio la persona che, tra la fine del 1992 e l'inizio del '93, rifiutando l'incarico a Presidente della Comunità Montana del Lario Orientale, mi aveva presentato Cesare come persona adeguata per quel ruolo.
E lui che all'inizio, quasi con timidezza, aveva detto di voler provare, ci sarebbe poi rimasto quindici anni, con una valorizzazione del patrimonio e una serie di attività ed iniziative importanti.
Apparteneva alla categoria, lui artigiano, di coloro che sono cercati dalla politica, che non avanzano pretese, partecipe di una generazione di cattolici impegnati in politica, dove lo stile di vita valeva di più di molte parole vuote.
Come Valmadrerese e come persona gli devo gratitudine ed amicizia, se penso, grazie alla sua capacità di ottenere finanziamenti pubblici, alla ristrutturazione e alla sistemazione della Chiesetta e di tutta la parte storica di San Tommaso, andando a vedere personalmente i lavori locale per locale.
L'altro suo obiettivo era stato il recupero delle Miniere del Resinelli, dove, anche in questi giorni, era impegnato come guida, perchè al di là del ruolo era rimasta in lui intatta la PASSIONE per salvaguardare la storia e la tradizione del nostro territorio.
Passava spesso a salutare in Comune a Valmadrera sia il sottoscritto sia la responsabile della ragioneria, Vanda Castagna, che gli era stata preziosa collaboratrice negli anni della Comunità Montana, comunque sorridente, come chi conosce bene il bello della vita.
Ci raccontava di nuovi progetti, idee, sempre con lo stesso entusiasmo, ma, come dice il Manzoni nei Promessi Sposi "Che sa il cuore? Appena un poco di quello che è accaduto" ...
Come il cuore del nostro amico Cesare Perego, che avevamo incontrato anche recentemente , entusiasta, pieno di progetti, di iniziative, ma soprattutto per la sua famiglia.
Anche quel cuore non sapeva....
Chi come lui ha avuto il dono grande della fede, ha creduto che possiamo ancora vederlo con occhi diversi e se il ricordo significa riportare al cuore, accennare confusamente come io ho fatto alla sua esperienza politica, ci insegna che dobbiamo rifuggire la cultura prevalente oggi che mette al primo posto la furba sollecitazione del consenso per adescarlo con le parole più adatte , per provare a presentare ai cittadini i valori e i progetti su cui si chiede il consenso.
Regalava libri sempre sulla cultura e la tradizione locale (un'attività che aveva svolto con impegno straordinario negli anni della Comunità Montana), un gesto che mi riporta a un ricordo pieno di gratitudine che oggi, dopo la sua scomparsa, ha il significato di un testamento per continuare il suo impegno.

Grazie Cesare.

A rendere un ultimo commosso omaggio a Perego sono stati anche i "Picett del Grenta".

La realizzazione del dvd "suoni nel vento", fu fatta per promuovere e diffondere la tradizione dei flauti di Pan. Ciò, grazie al desiderio di Cesare Perego - venuto a mancare improvvisamente - e della comunità Montana del Lario orientale. Porteremo sempre con noi i momenti passati insieme per la realizzazione del progetto ma in particolare modo, la tua amicizia ed instancabile collaborazione messa a servizio della comunità

Attoniti per l'improvvisa dipartita Rinaldo Zanini e Corrado Valsecchi - appello per Lecco

A nome di tutti i simpatizzanti di Appello per Lecco esprimiamo le più sentite condoglianze alla famiglia del caro Cesare Perego. Cesare é stato attento sostenitore dell'esperienza di Appello fin dagli esordi del movimento civico e nel 2010 è entrato nella lista elettorale come candidato di una esperienza strepitosa che ha dato il via ad una nuova stagione amministrativa nel Comune di Lecco. La notizia della scomparsa di Cesare ci ha lasciati tristi e attoniti, ci uniamo all'abbraccio ai suoi cari conoscendo e riconoscendo quanto Cesare ha saputo rappresentare per il nostro territorio.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter