Polizia stradale ecco il bilancio di un anno di intenso lavoro

Nell’ormai trascorso 70° anniversario della fondazione della Polizia Stradale è tempo di bilanci dell’attività espletata in provincia dal locale ufficio della specialità della Polizia di Stato.

Polizia stradale ecco il bilancio di un anno di intenso lavoro
Lecco e dintorni, 06 Gennaio 2018 ore 15:45

Il Bilancio presentato dal comandante Mauro Livolsi della Stradale di Lecco

Nel 70° anniversario di fondazione

Nell’ormai trascorso 70° anniversario della fondazione della Polizia Stradale è tempo di bilanci dell’attività espletata in provincia dal locale ufficio della specialità della Polizia di Stato. Nell’arco dell’anno sono state oltre 2700 le pattuglie messe a disposizione che, durante il servizio giornaliero hanno accertato circa 7000 infrazioni, in particolare: oltre 1200 per l’eccesso dei limiti di velocità (accertate non solamente con l’utilizzo dell’autovelox). Oltre 240 per il mancato uso dell’auricolare o del vivavoce e più di 620 per il mancato uso delle cinture di sicurezza.

Le contestazioni per guida in stato di ebrezza

Le contestazioni per la guida in stato di ebbrezza sono state circa 300 (e 26 per guida in stato di alterazione da sostanze psicoattive), mentre i soli servizi dedicati alle cosiddette stragi del sabato sera (durante i fine settimana) sono stati circa 50, durante i quali sono stati controllati oltre 870 conducenti. I punti patente decurtati, a causa della violazione delle norme che prevedono tale detrazione (come ad esempio l’uso del cellulare o il mancato uso della cintura di sicurezza), sono stati circa 12.700.

Il comandante Livolsi

Spiega il comandante della Stradale Mauro Livolsi: “Per quanto riguarda l’attività infortunistica, si può ritenere una sostanziale stasi del fenomeno, in merito agli incidenti gravi, con esito mortale. Infatti, sono stati 9, rispetto agli 8 dell’anno precedente, ma il numero dei deceduti è invariato.
Degno di nota, invece, la riduzione degli incidenti in generale, nonché con lesioni. Infatti sono stati 451 gli incidenti rilevati, con una diminuzione del 13,4% in quanto nell’anno 2016 erano stati 521.
In particolare i sinistri con lesioni sono stati 247, mentre quelli con soli danni 204 (nell’anno 2016, rispettivamente 326 e 195)”.

I controlli nell’ambito del trasporto professionale

Il personale della locale Polizia Stradale ha svolto anche numerosi controlli nell’ambito del trasporto professionale, verificando, tra gli altri, il rispetto della disciplina europea che impone il rispetto di ferree regole sulle ore di guida e di riposo, al fine di garantire la massima efficienza psico-fisica dei conducenti durante l’attività di guida. In tale ambito sono stati controllati oltre 1600 veicoli commerciali, di cui oltre 1500 italiani ed i rimanenti di provenienza UE/Extra UE. Durante tali servizi sono state elevate oltre 420 contestazioni.

L’attività di Polizia Giudiziaria

Per quanto attiene all’attività di Polizia Giudiziaria, sono state denunciate in stato di libertà oltre 170 persone e tratte in arresto 8 persone. Degna di nota l’Operazione “I BRAVI”. Dice Livolsi: “Nella mattina del 25 gennaio, il personale della Sezione Polizia Stradale, già da qualche tempo impegnato nell’osservazione del fenomeno, traeva in arresto due persone che stavano agevolando, a mezzo dell’uso di sofisticate apparecchiature wireless, le prove per il conseguimento della patente presso la Motorizzazione Civile di Lecco di alcuni esaminandi. I soggetti tratti in arresto venivano sottoposti a perquisizione nell’occasione della quale, presso la dimora di uno di loro, sita al di fuori del territorio lombardo, veniva individuata una “stamperia clandestina” ove erano rinvenuti computer e stampanti laser per la stampa di supporti plastici tipo patenti, nonché i relativi documenti da falsificare; documenti sottratti illecitamente in bianco, quali titoli validi per l’espatrio e migliaia tra carte d’identità, patenti di guida, carte di circolazione e certificati assicurativi.

La prevenzione

Dal punto di vista della prevenzione, sono state svolte campagne di educazione stradale presso vari istituti scolastici, quale la ben nota “Icaro” giunta all’edizione 2017, promossa dalla Polizia di Stato in collaborazione con il Dipartimento di Psicologia dell’Università “La Sapienza” di Roma, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il Moige, la Fondazione ANIA per la sicurezza stradale, la Federazione Ciclistica Italiana, la società SINA del gruppo autostrade ASTM- SIA e il gruppo Autostrade del Brennero”.

L’ingresso in Moto Guzzi

Per il primo anno, ed in occasione dell’anniversario del 70°, la Polizia di Stato ha fatto ingresso negli stabilimenti della Moto Guzzi di Mandello del Lario, ove sono state esposte, durante l’Open Day di settembre, le moto del noto marchio nazionale che hanno fatto conoscere la Polizia Stradale sull’intero territorio della penisola e non. In più occasioni è stato impiegato anche il Pullman Azzurro in manifestazioni cosiddette di piazza.

L’aula itinerante

L’aula itinerante ha coinvolto bambini in giochi e curiosità per avvicinarli alla sicurezza stradale in modo naturale ed accattivante, con personale qualificato che ha risposto ai numerosissimi quesiti dei giovani e futuri conducenti, ma anche di coloro che sono patentati da anni. In tutto ciò non può dimenticarsi il tributo che, ancora una volta, il personale della Polizia di Stato ha versato durante il servizio. La morte dell’Ass. Francesco Pischedda del quale tra poco meno di un mese ricorrerà il primo anniversario. Deceduto durante l’inseguimento di un malvivente sulla SS36 nella notte tra il 2 ed il 3 febbraio.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia