Emergenza Covid-19

Polizia Locale impegnata nei controlli Coronavirus: nel Valmadrerese 36 tra denunce e sanzioni

Sono state anche emesse denunce di carattere penale per false attestazioni.

Polizia Locale impegnata nei controlli Coronavirus: nel Valmadrerese 36 tra denunce e sanzioni
Lecco e dintorni, 10 Aprile 2020 ore 19:22

Dall’inizio dell’emergenza sanitaria il Corpo Associato di Polizia Locale dei Comuni di Valmadrera-Malgrate ed Oliveto Lario ha messo in campo il massimo sforzo per garantire la sicurezza dei cittadini ed il rispetto delle norme/ordinanze statali, regionali e comunali.

LEGGI ANCHE Coronavirus 33 nuovi contagiati nel Lecchese. “Troppi spostamenti verso le mete di villeggiatura” I DATI E LA MAPPA AGGIORNATA

Polizia Locale impegnata nei controlli Coronavirus

Per  fornire utile supporto alla cittadinanza è stato predisposto un servizio continuativo a partire del 19 marzo con la possibilità di reperire un operatore in Comando a cui la cittadinanza poteva interfacciarsi telefonicamente tutti i giorni della settimana da lunedì a sabato dalle ore 7:30 alle ore 19:00.Per agevolare i cittadini che non dispongono di strumenti informatici a casa per la stampa della modulistica di autocertificazione per gli spostamenti, è stata garantita la possibilità di reperire all’esterno del Comando, quindi senza necessità di accedere all’interno del palazzo municipale, modulistica sempre aggiornata.

I veicoli di servizio per le strade

Per  informare la cittadinanza nei primi giorni di emergenza sanitaria sono stati fatti girare per le vie comunali i veicoli di servizio dotati di dispositivi per la diffusione sonora, con i quali abbiamo comunicato alle persone la necessità “di non uscire di casa se non per situazioni di necessità e/o urgenza”, recentemente il  servizio è stato ripetuto per solo Comune di Valmadrera  per informare in merito alle  modalità per la “distribuzione di mascherine protettive che sta avvenendo con consegna nelle cassette postali, a seguito dell’introduzione con ordinanza regionale dell’obbligo al loro utilizzo (o in sostituzione con analoghi dispositivi) in tutte le aree pubbliche”.

Nel Valmadrerese 36 tra denunce e sanzioni

E’ stato attivato un servizio di controllo mirato su strada con l’istituzione di posti di controllo e con pattuglie appiedate nelle zone più sensibili, ma anche con controlli a campione su pedoni che venivano trovati appiedati lungo le vie cittadine garantendo dal 19 marzo, almeno una pattuglia dalle ore 7:45 alle ore 13:15 e una pattuglia dalle 13:15 alle 18:45 sul territorio è stata dedicata alla verifica del rispetto delle misure di contenimento in essere.
Dall’inizio dell’emergenza sono stati controllate 486 persone delle quali 110 appiedate. Gli Agenti impegnati nei controlli hanno proceduto a denunciare dapprima per violazione dell’art. 650 CP, ed in seguito al cambiamento normativo, all’emissione sanzioni amministrative nei confronti delle persone trovate a circolare senza motivazioni per un totale di 36 contestazioni. Oltre le attività di controllo prestabilite le pattuglie operanti hanno continuato ad eseguire interventi su segnalazione da parte di cittadini, il più significativo è stato un intervento per soggetto in palese stato di alterazione a seguito di assunzione di sostanze alcoliche per il quale è stato necessario l’intervento di personale medico e al quale sono state contestate violazioni sia d carattere penale che amministrativo.
Sono state inoltre emesse denunce di carattere penale per false attestazioni, a seguito di verifiche d’ufficio, nei confronti di persone che hanno prodotto false dichiarazioni durante i controlli su strada (verifiche effettuate nei giorni seguenti al controllo).
i controlli su strada, in particolare sui soggetti appiedati, hanno determinato l’individuazione di ulteriori situazioni quali ad esempio l’emergere di cittadini stranieri domiciliati nei territori comunali che non avevano provveduto alle dovute comunicazioni alle competenti autorità con i conseguenti provvedimenti del caso.

Il Comandante Cristian Francese

“A seguito di un periodo iniziale di riorganizzazione dei servizi con il non facile reperimento di DPI di sicurezza per garantire la tutela degli operatori e delle persone controllate, siamo riusciti ad eseguire un elevato numero di controlli nei territori comunali. I controlli hanno permesso oltre che una efficace attività sanzionatoria anche un servizio di vicinanza alla popolazione che in numerosi casi ha manifestato l’apprezzamento per il servizio svolto. Il mio plauso va alla professionalità da parte di tutti gli agenti del Comando che in questo periodo molto difficile, che ha necessitato continui aggiornamenti oltre che essere sempre stati presenti e disponibili hanno usato anche il tempo libero per essere in grado di rispondere alle richieste di informazioni della cittadinanza sui diversi Decreti e sulle diverse Ordinanza emesse. Purtroppo non siamo ancora usciti dall’emergenza e i prossimi giorni saranno cruciali pertanto, a tutela della salute pubblica, i servizi di controlli continueranno e verranno potenziati fino a termine emergenza, anche nelle prossime giornate festive”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia