Picett del Grenta: lascia lo storico maestro Bolis

Il maestro Gabriele Bolis, premiato il 12 novembre 2010 a Brindisi dalla Federazione Italiana Tradizioni Popolari come “Padre del Folclore”, ha rassegnato le sue dimissioni unitamente alla moglie Anna Fumagalli, presentatrice e arrangiatrice di molte canzoni del gruppo.

Picett del Grenta: lascia lo storico maestro Bolis
Lecco e dintorni, 30 Gennaio 2020 ore 12:13

Ieri sera, mercoledì 29 gennaio 2020, i componenti del noto gruppo folkloristico di Valgreghentino "I Picett del Grenta" si sono riuniti nella loro sede di via Kennedy 2, per eleggere il nuovo direttivo.

Il nuovo direttivo

Le elezioni hanno portato alla riconferma come presidente di Marco Casorati e come vice presidente di Pierluigi Pozzoni; sono stati poi eletti Vincenzo Castagna con l’incarico di segretario, Davide Tentorio come tesoriere e consiglieri Stefano Casorati, Paolo Chiandotto, Gianfranco Longhi, Stefano Maggi e Diego Pirovano. Il gruppo, che il 17 marzo 2011 ha ricevuto il riconoscimento di “Gruppo di musica popolare e amatoriale di interesse nazionale” dal Ministero per i Beni e le attività Culturali, che si è esibito ed ha riscosso successi in tutto il mondo, dalla Russia alla Cina, dagli U.S.A. al Brasile, da Cuba all’Indonesia e Israele, nonché in quasi tutti gli Stati europei sotto la guida del direttore Gabriele Bolis.

Si è dimesso lo storico maestro Bolis

Il 2020 inizia con delle novità: il maestro Gabriele Bolis, premiato il 12 novembre 2010 a Brindisi dalla Federazione Italiana Tradizioni Popolari come “Padre del Folclore”, infatti ha rassegnato le sue dimissioni unitamente alla moglie Anna Fumagalli, presentatrice e arrangiatrice di molte canzoni del gruppo. "Ora, a dirigere gli instancabili suonatori della siringa di Pan c’è Mauro Brambilla 46 anni, che ha già ricoperto nel gruppo il ruolo di vice maestro ed è cresciuto nei Picett come suonatore fin dall’età di 15 anni - hanno spiegato dal gruppo - Mauro Brambilla, membro anche della nota band musicale “Aironi Neri” di Bergamo (Tribute band dei Nomadi) ha raccolto la non facile eredità di Gabriele BOLIS ed ha già iniziato a rimodulare il repertorio musicale, valorizzando alcune canzoni folk e di musica leggera per poterle proporre ad una platea più vasta e variegata. Con rinnovato entusiasmo e pieni di nuove idee, i nostri Picett hanno ripreso l’8 gennaio gli incontri settimanali di ripasso del repertorio e di affinamento delle nuove canzoni da proporre; ben presto saranno in campo per la nuova stagione musicale".

Seguici sui nostri canali