Picchi fino a 40°, ondata di caldo in arrivo al Centro-Nord

Le temperature previste per la prossima settimana saranno le più alte registrate negli ultimi dieci anni

Picchi fino a 40°, ondata di caldo in arrivo al Centro-Nord
Lecco e dintorni, 23 Giugno 2019 ore 16:11

L'estate è arrivata e con essa un'ondata di caldo anomala che farà sbalzare i termometri a picchi fino a 40°. Sarà un'ultima settimana di giugno eccezionalmente rovente per l'Europa occidentale e il Centro-Nord Italia. Ci si aspettano record di caldo anche in alcune capitali.

Caldo intenso e persistente per tutta la settimana

"I modelli numerici già da alcuni giorni lo facevano presagire, ma la previsione è ad oggi pienamente confermata: da lunedì 24 giugno e fino ai primi giorni di luglio l'Europa occidentale, il Mediterraneo e gran parte dell'Italia si ritroveranno di fronte ad una poderosa ondata di caldo. L'apice si raggiungerà tra giovedì 27 e sabato 29 giugno". A confermarlo è il meteorologo di 3bmeteo.com Andrea Vuolo, che aggiunge: "Questa ondata di caldo, ad opera dell'anticiclone subtropicale, interesserà soprattutto Spagna, Francia, Gran Bretagna, Belgio, Olanda, Nord Italia, Sardegna e regioni centrali tirreniche. Ma la massa d'aria rovente si porterà addirittura fin verso il Mare del Nord".

Possibile record di temperatura massima

"Questa imponente ondata di calore potrebbe portare a raggiungere record di temperatura massima per il mese di giugno in diverse città d'Italia e in alcune Capitali europee. Nella seconda parte della settimana, quando è atteso il picco dell'anticiclone, sono attesi picchi di 37-40°C in città come Torino, Asti, Alessandria, Vercelli, Novara, Aosta, Pavia, Milano, Lodi, Cremona, Mantova, Bolzano, Trento, Parma, Modena, Reggio Emilia, Bologna, Ferrara, Rovigo, Firenze, Lucca, Grosseto, Roma, Frosinone, Rieti, Sassari, Oristano. In Europa saranno probabili 40°C a Parigi, fino a 41-43°C tra Madrid e Francia meridionale, 36-38°C tra Londra, Amsterdam e Monaco di Baviera".

Disagi per l'afa anche in Italia da metà settimana

"Da mercoledì 26 giugno, complice la scarsa ventilazione e la presenza di valori medio-alti di umidità relativa, accrescerà notevolmente la sensazione di afa e di conseguenza il disagio bioclimatico anche nel nostro Paese, specie in Pianura Padana e nelle aree interne del Centro. Nelle ore notturne le temperature potrebbero risultare piuttosto elevate nelle grandi aree urbane complice anche le poche ore di buio: tra giovedì e sabato sono attesi valori minimi notturni non inferiori ai 24-27°C in città come Torino, Milano, Bologna e Roma. Situazione dunque da monitorare giorno per giorno: siamo di fronte ad una delle più intense ondate di caldo dell'ultimo decennio, probabilmente anche di portata storica per alcune zone dell'Europa" conclude il meteorologo Andrea Vuolo.