Menu
Cerca
Palataurus

Partite le vaccinazioni al Palataurus: oggi i primi 100 anziani, dal 12 le massive. Ecco dove e come si vaccineranno i lecchesi

"Abbiamo lottato per avere un centro di vaccinazione massiva anche in Valsassina -  ha sottolineato Casazza di Ats  - e lo abbiam ottenuto. Un altro centro sarà alla Techoprobe di Cernusco". Entrambi gli hub partiranno però in un secondo momento e non contestualmente al Palataurus. Scemate invece le ipotesi iniziali di centri massivi a Mandello e Molteno.

Cronaca Lecco e dintorni, 02 Aprile 2021 ore 18:30

100 over 80 oggi, venerdì 2 aprile 2021, tra i 600 e i 700 anziani domani, sabato. E ancora: 200 nel giorno Pasqua e di nuovo tra i 600 e i 700 nel giorno di Pasquetta. Sono questi i numeri delle vaccinazioni al Palataurus di Lecco attivato ufficialmente oggi.

Partite le vaccinazioni al Palataurus: oggi i primi 100 anziani

Nell’hub di viale Brodolini sono stati organizzati gli spazi che permetteranno  di allestire fino a dieci linee vaccinali. In questa fase, dedicata agli over 80 le somministrazioni verranno effettuate tutti i giorni, dalle 8 alle 20  con sei 6 linee vaccinali gestite dal personale medico-sanitario. Si potrà quini arrivare a una  potenzialità di 720 somministrazioni  al giorno per  questa categoria di pazienti.

Nel pomeriggio do oggi, a tagliare il nastro del centro sono intervenuti il sindaco di Lecco e Mauro Gattinoni, l’assessore alla Protezione Civile e vicesindaco Simona Piazza, i numeri uno di Ats Silvano Casazza e Asst Paolo Favini e  Alberto Beretta della società Alpab Srl  proprietaria della  struttura che si è detto orgoglioso che la scelta  delle istituzioni sia ricaduta proprio sul Palataurus.

Presenti anche Stefano Fiocchi della Fiocchi Munizioni Spa e Giovanni Priore  Acel Energie Srl, due delle società che per prime sono scese in campo contribuendo economicamente all’allestimento della struttura. “Lo abbiamo fatto con il cuore e con senso di responsabilità per Lecco e per i lecchesi” hanno spiegato entrambi. Un  contributo fondamentale è arrivato anche  dalle associazioni di categoria, Confindustria, Confartigianato, Confcommercio e Api, oggi rappresentate da Marco Piazza della Associazione Piccole e Medie Imprese. Il tutto con il coordinamento di Comune e Fondazione Comunitaria del Lecchese.

Grandi gli spazi, studiati  gli allestimenti (preparati da PKstudio) con ingressi e uscite separate, ascensori capienti che consentono il trasporto di sedie a rotelle. Sul campo che una volta ospitava la pista del ghiaccio l’area triage, i box delle vaccinazioni, l’area dell’infermeria per eventuali emergenze mediche, l’area per la diluizione delle dosi e lo spazio di attesa post vaccinazione. Ad aiutare gli anziani i volontari della Protezione Civile, Gli Alpini e i Carabinieri in congedo.

Dal 12 le massive

Dal 12 aprile, poi, tre delle linee allestite all’interno del Palataurus saranno destinate alla prima vaccinazione massiva. Per tutti quei cittadini per cui è programmato il richiamo con la seconda dose del vaccino, verranno mantenute le linee già operative all’Ospedale Manzoni. Contestualmente all’ampliamento della platea della popolazione interessata dalla campagna vaccinale, con il contributo dei Medici di Medicina Generale e dei privati, le linee vaccinali verranno incrementate fino a quindici.

“Abbiamo lottato per avere un centro di vaccinazione massiva anche in Valsassina –  ha sottolineato Casazza di Ats  – e lo abbiam ottenuto. Un altro centro sarà alla Techoprobe di Cernusco”. Entrambi gli hub partiranno però in un secondo momento e non contestualmente al Palataurus. Scemate invece le ipotesi iniziali di centri massivi a Mandello e Molteno.

Il sindaco Mauro Gattinoni

L’assessore Piazza

Marco Piazza di Api Lecco

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli