Menu
Cerca
Ordinanza del sindaco Brivio

Parchi, cimiteri, sentieri, pista ciclabile e casette di acqua e latte: ecco le decisioni su aperture e chiusure a Lecco

Parchi aperti con ingresso unico ma aree per bambini interdette. Sentieri accessibili solo a residenti (delle zone accessibili con i sentieri stessi), rifugisti e mezzi di soccorso. Ciclabile off limits. Funerali con massimo 15 persone al cimitero Monumentale, 10 persone negli altri cimiteri

Parchi, cimiteri, sentieri, pista ciclabile e casette di acqua e latte: ecco le decisioni su aperture e chiusure a Lecco
Cronaca Lecco e dintorni, 30 Aprile 2020 ore 17:29

Parchi, cimiteri, sentieri, piste ciclabili e casette di acqua e latte: ecco le decisioni su aperture e chiusure a Lecco contenute nell’ordinanza che è stata firmata oggi, giovedì 30 aprile 2020,  dal sindaco Virginio Brivio e ufficialmente pubblicata all’albo pretorio del Comune di Lecco.

Clicca qui per il testo integrale dell’ordinanza

Parchi, cimiteri, sentieri, pista ciclabile e casette di acqua e latte: ecco le decisioni su aperture e chiusure a Lecco

I provvedimenti, assunti a seguito del nuovo Dpcm del premier Conte  contenuti saranno operativi a partire da lunedì 4 maggio 2020 e rimarranno in vigore fino al 17 maggio. Ciò se non “cambieranno le carte in tavola”. Nel testo si legge infatti che “Il Comune di Lecco si riserva di adottare ulteriori provvedimenti nel periodo considerato tenendo conto delle necessità locali a garanzia della salute nel rispetto dell’articolo 3, comma 2, del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19 anche in termini di proroga delle misure”.

LEGGI ANCHE Fase 2: ecco le domande più frequenti su cosa si può fare e le risposte

Ecco quindi le decisioni assunte nel dettaglio  su aperture e chiusure a Lecco

Aperture e chiusure a Lecco: Distributori automatici di acqua e latte (cosiddette casette)

1. I distributori automatici (cd. casette) di acqua e latte presenti sul territorio comunale sono aperti nel rispetto delle idonee misure igienico-sanitarie determinate dalle competenti autorità sanitarie e con particolare attenzione:
a) separazione fisica erogatori,
b) distanziamento di almeno due metri da parte degli utenti,
c) obbligo guanti e mascherine da parte degli utenti,
d) sanificazione frequente dei distributori,
e) l’accesso al servizio è consentito quando il precedente fruitore si è allontanato

 

Circolazione di parchi pubblici, piste ciclo-pedonali, sentieri e percorsi, ztl, sottopasso ferroviario

1. E’ ordinato:
a) il divieto di accesso alla pista ciclopedonale posta tra LUNGOLARIO PIAVE e confine con il COMUNE DI ABBADIA LARIANA,
b) il divieto di accesso ai sentieri e/o percorsi montani escursionistici eccetto residenti, gestori rifugi e organi di soccorso

c) il divieto di accesso e transito pedonale al sottopasso ferroviario con ingresso in VIA BALICCO e PIAZZA
LEGA LOMBARDA.
2. I parchi pubblici sono aperti dal 5 maggio 2020 con le seguenti misure:
a) l’accesso all’area è unico,
b) i cittadini devono rispettare il distanziamento sociale ed evitare assembramenti nel rispetto delle misure definite dal Dpcm.
3. Le aree attrezzate per il gioco dei bambini sono interdette.
4. L’accesso degli animali alle aree dedicate è contingentato in relazione allo spazio disponibile.

 

Aperture e chiusure a Lecco: Centro di raccolta differenziata

1. Il centro di raccolta differenziata in località Bione di Lecco è aperto come segue:
a) da lunedì 4 maggio a venerdì 8 maggio 2020 e da lunedì 11 maggio a venerdì 15 maggio 2020, con chiusura nelle giornate di sabato e domenica,
b) l’orario di apertura sarà dalle 9:00 alle 12:30 e dalle 14.00 alle 19:00.
2. Per le UTENZE DOMESTICHE per il conferimento di TUTTE le frazioni della raccolta differenziata conferibili come di consueto. Gli ingressi saranno a rotazione solo 4 utenti alla volta, ogni giorno in base alla lettera iniziale del COGNOME dell’intestatario dell’utenza domestica Ta.Ri. come segue:
1. lunedì 4: lettere A
2. martedì 5: lettera B
3. mercoledì 6: lettere C
4. giovedì 7: lettere D – E – F
5. venerdì 8: lettere G – H – I – J – K -L
6. lunedì 11: lettere M
7. martedì 12: lettera N – O – P
8. mercoledì 13: lettere Q – R
9. giovedì 14: lettere S – T
10. venerdì 15: lettere U – V – W – X – Y – Z.
3. Per le UTENZE NON DOMESTICHE con codice ATECO autorizzato come da DPCM, per le consuete attività di conferimento ammesse e solo in orario pomeridiano dalle 14:00 alle 19.00
4. Gli interessati devono rispettare le norme di sicurezza, per tutelare la salute individuale e collettiva e quanto segue:
– indossare la mascherina e i guanti;
– osservare il distanziamento e non creare assembramenti;
– seguire le istruzioni degli operatori del centro;
– attendere il proprio turno di ingresso rimanendo ciascuno nella propria auto;
– sfruttare tutta la fascia oraria di apertura del centro per diluire gli arrivi, ridurre i tempi di attesa ed evitare problemi di traffico veicolare

Uffici del Comune di Lecco

1. Gli uffici del Comune di Lecco sono chiusi al pubblico.
2. Le misure di contenimento di tipo organizzativo degli uffici e servizi sono adottate dalla giunta comunale nella definizione dei criteri generali, dal segretario generale in coordinamento e dai dirigenti nella gestione operativa al fine di far fronte alle esigenze di contrasto della diffusione dell’epidemia da COVID-19. Sono fatti salvi gli effetti dei provvedimenti adottati.

Servizi cimiteriali e attività funebri

1. I Cimiteri del Comune di Lecco, come di seguito elencati, sono aperti:
I. Cimitero MONUMENTALE, via Parini 29 – viale Turati
II. Cimitero di LAORCA, via alla Grigna
III. Cimitero di CASTELLO, via Solferino – via Foscolo – via Ponte Alimasco
IV. Cimitero di ACQUATE, Via Foscolo
V. Cimitero di RANCIO, Via BonaitiVI. Cimitero di MAGGIANICO, via Laini VII. Cimitero di CHIUSO, Corso Bergamo

2. L’accesso da parte degli utenti avviene nel rispetto delle misure igienico-sanitarie determinate dalle competenti autorità sanitarie, del distanziamento sociale e del divieto di assembramento come definiti dal Dpcm.
3. Per l’estremo saluto, in fase di commiato da ogni feretro e urna cineraria, è ammessa la presenza di un numero massimo di 15 (quindici) congiunti nel Cimitero Monumentale e di Castello e di 10 (dieci) negli altri cimiteri, oltre ufficiale celebrante, sfalsando gli orari di accesso delle persone per ogni singolo evento in modo da limitare al minimo l’assembramento derivante da tali accessi. Il personale cimiteriale non è conteggiato nel limite. Il commiato si svolge all’aperto con la prescrizione che i partecipanti indossano protezioni delle vie respiratorie e rispettano la misura di sicurezza di due metri.
4. All’interno dei cimiteri comunali le attività connesse ai servizi cimiteriali di iniziativa privata sono concordate con i responsabili della custodia cimiteriale e si svolgono nel rispetto delle misure igienico-sanitarie determinate dalle competenti autorità sanitarie.
5. Le attività disposte con le ordinanze dirigenziali n. 245 del 31 ottobre 2019 (operazioni di estumulazione ordinaria) e n. 284 del 30 dicembre 2019 (operazioni di esumazione ordinaria con decorrenza dal 21 aprile 2020) sono sospese qualora avviate o non avviate.
6. I tempi di osservazione dei cadaveri sono ridotti al minimo possibile e nel caso di decesso fuori dalle strutture sanitarie al tempo di esecuzione della visita necroscopica al fine di consentire il più rapido incassamento del cadavere e trasporto mortuario nel rispetto della disposizione del Ministero della Salute 1° aprile 2020, n. 0011285.
7. Il Sindaco, sentito il Prefetto, dispone d’ufficio sepoltura per inumazione presso cimitero competente decorse al massimo 36 ore dal decesso in caso assenza di volere degli aventi titolo per il trasporto funebre e la successiva sepoltura o cremazione (OCDPC n.655 del 25 marzo 2020 e disposizione del MinSalute 1° aprile 2020, n.
0011285)
8. In caso di necessità delle strutture sanitarie site nel territorio comunale o nella provincia e dei Comuni della provincia le camere mortuarie e i loculi non utilizzati dei Cimiteri di Lecco, oltre che per le ordinarie funzioni, sono adibiti, su proposta della ASL territorialmente competente o dei Comuni interessati, al ricevimento e temporanea custodia temporanea di feretri provenienti da tali strutture e Comuni che lamentino carenza di posti.
9. Il trasporto mortuario in caso di cremazione è autorizzato per il forno indicato dagli aventi titolo o qualunque altro crematorio disponibile.
10. Nel registro cimiteriale ex art. 52, Dpr n. 285/1990, ricorrendone le condizioni, è indicato per ogni sepoltura il codice “Y” (ypsilon) a indicare che il feretro è stato confezionato per la sepoltura di defunto con malattia infettiva diffusiva. Le imprese di onoranze funebri nel “verbale di chiusura feretro per trasporto cadavere di cui
all’allegato 4 dell’articolo 36, comma 1 del regolamento regionale n. 6/2004” dichiarano “Il feretro è stato confezionato per la sepoltura di defunto con malattia infettiva diffusiva con apposizione codice “Y” ex punto 7, lett. G, MinSalute 0011285/2020”. L’esumazione o l’estumulazione di feretri aventi la codifica “Y” eseguite prima di 24 mesi dalla rispettiva tumulazione o esumazione è effettuata con procedure di salvaguardia del personale operante, dotato dei DPI adeguati, e in orario di chiusura al pubblico del cimitero.
11. Salvo diversa indicazione le disposizioni di cui al presente articolo si applicano fino ad un mese dopo il termine della fase emergenziale, come stabilita dai provvedimenti del Presidente del Consiglio dei Ministri.