Orti Magritto il comitato finisce nei guai

Il Comune di Monticello pensa di ricorrere alle vie legali per farsi risarcire

Orti Magritto il comitato finisce nei guai
Casatese, 23 Gennaio 2018 ore 10:00

Orti Magritto, ennesimo atto. Il lungo braccio di ferro tra l’Amministrazione comunale di Monticello, che come noto ha realizzato gli orti sociali sull’ex campo di calcio, e il comitato spontaneo di cittadini, potrebbe ora offrire una nuova puntata. Dagli strascichi pesantissimi.

Orti Magritto, comitato nei guai

Il comitato di cittadini nel 2016 aveva presentato un esposto in Procura contro il sindaco. Denunciando presunti abusi nell’operazione di realizzazione degli orti sociali sul campo di calcio della frazione di Torrevilla. A distanza di mesi però il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Lecco ha archiviato il tutto. Assolvendo totalmente l’Amministrazione di Luca Rigamonti in questa spinosa vicenda. Nel prendere atto dell’archiviazione, però, la Giunta ha riservato un nuovo colpo di scena. Ha infatti dato mandato al segretario comunale di valutare un’azione legale contro chi ha firmato l’esposto. Con l’accusa di aver fatto perdere del prezioso tempo a una pubblica istituzione. Che per difendersi avrebbe pure speso del denaro pubblico. Un brutto guaio, insomma, quello in cui si sono cacciati i cittadini che avevano fondato il comitato Lasciateli Giocare, presieduto da Ambrogio Redaelli. La cui protesta, che per certi aspetti era stata clamorosa, rischia ora di rivelarsi un vero e proprio boomerang.

L’articolo completo sul Giornale di Merate in edicola da martedì 23 gennaio

 

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia