Cronaca
Tragedia a Osnago

Omicidio suicidio: Francesco Iantorno uccide la figlia Rossana e si toglie la vita. Comunità sconvolta

Sul posto anche il procuratore capo di Lecco Ezio Domenico Basso. Disposta l'autopsia sui corpi

Omicidio suicidio: Francesco Iantorno uccide la figlia Rossana e si toglie la vita. Comunità sconvolta
Cronaca Meratese, 25 Ottobre 2022 ore 11:53

Padre ammazza la figlia e si uccide. Tragedia senza fine nella mattinata di oggi, martedì 25 ottobre 2022 a Osnago dove la comunità è sconvolta per un omicidio suicidio. Come riportano i colleghi di Primamerate l'orrore è avvenuto in un appartamento situato  in piazza della Pace a Osnago.

Il luogo dell'omicidio suicidio a Osnago

P

Padre ammazza la figlia e si uccide

Saranno le forze dell'ordine, che si sono precipitate sul posto insieme ai sanitari a chiarire i contorni della drammatica vicenda ma secondo le prime terribili testimonianze raccolte sul posto sembra che un uomo  Francesco Iantorno, conosciutissimo per essere stato dipendente del Comune di Osnago abbia tolto la vita alla propria figlia Rossana, 47enne con disabilità,  con un mix letale di farmaci. Poi l'uomo  avrebbe deciso  farla finita.

 

Omicidio suicidio: la scoperta dei cadaveri

A mettere in moto la macchina dei soccorsi, che si sono purtroppo rivelati inutili, intorno alle 9 di oggi sarebbero sati alcuni vicini di casa insospettiti dal fatto che le tapparelle dell'abitazione fossero ancora abbassate, un evento inusuale.

Omicidio suicidio

 

Poi la macabra scoperta dei due corpi senza vita: a svelare l'orrore sarebbe stata la collaboratrice domestica della famiglia entrata nell'appartamento.

Omicidio suicidio

Indagini in corso

Sul posto, come detto, sono intervenuti Carabinieri, agenti della Polizia Locale e sanitari a bordo di diversi mezzi. Al momento l'area è stata delimitata e le indagini sono in corso. Sul posto anche il procuratore capo di Lecco Ezio Domenico Basso che ha confermato che sui corpi erano presenti ferite da taglio. 

L'ipotesi è che l'anziano padre abbia sedato la figlia prima poi di accoltellarla al petto. Sulle salme è stata disposta l'autopsia. Solo l'esame autoptico potrà chiarire con certezza la causa della morte di padre e figlia.

Comunità sconvolta

Francesco Iantorno, per tutti Franco, è stato per tanti anni dipendente comunale ed era membro dell'Associazione nazionale Carabinieri con sede a Missaglia, che lo aveva recentemente premiato per la sua lunga militanza.

"Era tranquillo, tranquillissimo, non c'era niente che facesse immaginare quello che è successo - ha raccontato Francesco Delia, un residente della zona e conoscente di Iantorno -  Con la figlia andava spesso in giro, andavano al cimitero, Francesco era una brava persona. Io abito da 43 anni a Osnago e tutti lo conoscevano".

 

 

 

Seguici sui nostri canali