Nuova moschea a Costamasnaga, Fratelli d'Italia perplessi per le modalità

"Porteremo all’attenzione dell’assessore regionale alla sicurezza Riccardo De Corato quanto è accaduto e sta accadendo, in particolare le preoccupazioni dei cittadini che ci hanno contattato".

Nuova moschea a Costamasnaga, Fratelli d'Italia perplessi per le modalità
Lecco e dintorni, 05 Settembre 2018 ore 14:13

Il Circolo Fratelli d'Italia si dichiara fortemente perplesso per le modalità in cui è stata prevista la realizzazione della nuova moschea, ma non solo: si farà portavoce delle preoccupazioni che i cittadini stanno vivendo in questo momento.

Le perplessità del Circolo Fratelli d'Italia

"Il progetto della nuova moschea a Costa Masnaga lascia fortemente perplessi per la modalità con cui è stato previsto, ossia all’interno del procedimento di variante al Piano di Governo del Territorio il cui documento di Valutazione Ambientale Strategica è già stato depositato in Regione senza però avviare una benché minima preliminare condivisione pubblica e riducendo così la partecipazione dei cittadini, di tutti i cittadini, che ricordiamo è uno dei principi cardini della L.R. 12/2005, a mera convenzionalità.

Lascia fortemente perplessi perché, quand’anche la VAS garantisca lo sviluppo sostenibile e la protezione dell’ambiente, il contenuto e le finalità di una variante al PGT devono tenere conto anche del punto di vista sociale e della sicurezza. E tale contenuto e tali finalità devono essere proprio per questo comprensibili in modo chiaro e tale da escludere ogni incertezza".

Le preoccupazioni dei cittadini al primo posto

"Come circolo Fratelli d’Italia – Alta Brianza porteremo all’attenzione dell’assessore regionale alla sicurezza Riccardo De Corato quanto è accaduto e sta accadendo, in particolare le preoccupazioni dei cittadini che ci hanno contattato: preoccupazioni per la forte possibilità che a seguito di questa variante, Costa Masnaga veda aumentare in maniera esponenziale il flusso di fedeli islamici, già ora piuttosto importante, senza alcun piano sulla sicurezza e la convivenza con i residenti".

Per il Circolo Fratelli d’Italia – Alta Brianza
Edoardo Colzani
Elena Ornaghi
Stefano Albanese

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter