Cronaca
Viabilità

Nuova chiusura notturna del Ponte di Paderno

Il provvedimento scatterà alle 22 dell'11 febbraio e rimarrà in vigore sino alle 6 del 12  febbraio 2021.

Nuova chiusura notturna del Ponte di Paderno
Cronaca Meratese, 08 Febbraio 2021 ore 11:35

Nuova chiusura notturna del Ponte di Paderno per lavori.

Chiude una notte il Ponte di Paderno

La Provincia di Lecco ha infatti emesso l’ordinanza relativa alla chiusura totale al transito in orario notturno della strada provinciale 54 in corrispondenza del ponte San Michele sul fiume Adda tra Paderno d’Adda e Calusco d’Adda per lavori di Rete ferroviaria italiana. Il provvedimento scatterà alle 22 dell'11 febbraio e rimarrà in vigore sino alle 6 del 12  febbraio 2021.

La chiusura si è resa necessario a seguito della richiesta di Rfi, che sta eseguendo i lavori sul ponte, per consentire l’arrivo in cantiere di materiale. Operazione impossibile da portare a termine contestualmente al passaggio dei mezzi.

Il ponte

Costruito nel 1887 su progetto di Julius Röthlisberger dalla Società Nazionale delle Officine di Savigliano, il ponte ha quindi più di 130 anni ed è usato per la circolazione sia stradale sia ferroviaria (SP 54, SP 166), grazie ai due livelli di percorribilità.

Considerato un capolavoro di archeologia industriale italiana, collega la città di Paderno d’Adda con quella di Calusco d’Adda. Lungo 267 metri, il suo arco ha una freccia di 37,5 metri, e si eleva a 85 metri al di sopra del livello del fiume Adda. È costituito da 5.000 metri cubi di pietra di Moltrasio, 1.200 metri cubi di granito di Baveno, 2.515 tonnellate di ferro agglomerato e 100mila chiodi.

La sede stradale è larga cinque metri ed è a corsia singola, con due passaggi pedonali sui lati. Nel livello inferiore del ponte transitano le linee ferroviarie Seregno-Bergamo e Milano-Carnate-Bergamo, mentre su quello superiore passa la strada carrabile che collega la provincia di Lecco a quella di Bergamo.

Chiuso “improvvisamente” il 14 settembre 2018, i, San Michele è stato oggetto di lavori radicali, che non sono ancora ultimati. La riapertura al traffico veicolare è avvenuta 8 novembre 2019 mentre la circolazione ferroviaria è stata ripristinata il 14 settembre del 2020, esattamente a due anni dalla chiusura.