Nonna Lina ha spento 100 candeline FOTO

Nonna Lina, Adelina Perovani, è nata a San Gregorio frazione di Cisano Bergamasco il 20 Gennaio 1920 e dal 1950 vive a Calolziocorte.

Nonna Lina ha spento 100 candeline FOTO
Valle San Martino, 22 Gennaio 2020 ore 15:16

Traguardo invidiabile raggiunto da Adelina Perovani, conosciuta da tutti come nonna Lina, che lo scorso 20 gennaio ha spento ben 100 candeline.

100 anni e non sentirli

Nonna Lina, Adelina Perovani, è nata a San Gregorio frazione di Cisano Bergamasco il 20 Gennaio 1920. Ultima di 12 figli e la più longeva, ha lavorato diversi anni presso un filatoio in Cisano Bergamasco dove ha vissuto con la sorella Teresa e la mamma. Nel 1948 ha conosciuto quello che poi sarebbe diventato suo marito Angelo Butta appena tornato in quell’anno dalla guerra d’Africa e nel 1950 si sono sposati, trasferendosi a Calolzio nella frazione Tovo. Qui hanno vissuto fino al 1960, trasferendosi poi non molto lontano in vicolo Maglio, dove il marito aveva costruito la loro casa. Dal matrimonio sono nati tre figli, due ancora in vita: Danilo e Mariella. Dopo qualche anno dalla morte del marito, avvenuta nel marzo 1991, Lina si è trasferita in centro a Calolzio, dove attualmente vive.

3 foto Sfoglia la gallery

“Sono contenta della mia vita”

Lo scorso weekend, circondata dai figli, la nuora, il genero, i nipoti, i pronipoti e dai familiari, nonna Lina ha festeggiato l’invidiabile traguardo dei 100 anni. “Sono contenta della mia vita, povera ma onesta. Bisogna prenderla come viene” ha detto Adelina, rispondendo ad alcune domande e ricordando poi la sua gioventù e gli anni difficili della guerra. “Si cercava di star dentro”, ricordando anche la semplicità del suo modo di cucinare. Alle giovani coppie infine nonna Lina consiglia di non litigare e portare un po’ di pazienza.

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve