Cronaca
Piccolo schermo

"Niente multe a Natale per chi esce dal Comune". Il sindaco sceriffo dalla D'Urso

"Le regole devono essere uguali per tutti, il Natale deve essere Natale per tutti"

"Niente multe a Natale per chi esce dal Comune". Il sindaco sceriffo dalla D'Urso
Cronaca Lecco e dintorni, 07 Dicembre 2020 ore 19:04

"Niente multe a Natale per chi esce dal Comune". Il sindaco sceriffo finisce dalla D'Urso. La presa di posizione di Dante De Capitani, primo cittadino di Pescate, all'indomani del Dpcm di Natale (che limita appunto al proprio Comune la facoltà di muoversi 25, 26 dicembre e 1 gennaio) lo ha "catapultato" sul piccolo schermo. Oggi infatti, lunedì 7 dicembre 2020, De Capitani è stato ospite "virtuale" ovvero in collegamento, di Pomeriggio 5, il salotto televisivo che ha come padrona di casa Barbara d'Urso.

"Niente multe a Natale per chi esce dal Comune". Il sindaco sceriffo finisce dalla D'Urso

Ma cosa aveva detto  nei giorni scorsi De Capitani?  In pratica si era schierato con chi (ad esempio il presidente della provincia di Lecco Claudio Usuelli) ha visto nel Dpcm, una discriminazione delle nostre tradizioni. "Mentre ad altre latitudini in Italia sarà  possibile festeggiare il Natale come tradizione alla vigilia, anche facendo tardi perché comunque il decreto specifica che il ritorno alla propria residenza è sempre garantito, qui da noi dovremo passare il Natale da soli alla faccia dell’Italia uguale da nord a sud.
Ho voluto sperare fino all’ultimo che il DPCM di Conte di ieri ponesse rimedio a questa ingiustizia ma non é successo" aveva detto il primo cittadino che era andato anche oltre.

Parlando delle possibili sanzioni aveva dichiarato: "Voglio proprio vedere chi avrà il coraggio di multare qui al nord una persona che esce  dal  proprio comune di residenza per passare il Natale con i genitori anziani  o con i figli e i nipoti.
Sono felice  solo del fatto che i vigili di Pescate nel giorno di Natale non saranno in servizio, e quindi  impossibilitati a sanzionare chi vuole passare il Natale nel segno della nostra tradizione  e delle nostre usanze".

"Le regole devono essere uguali per tutti, Natale deve essere Natale per tutti"

Oggi, incalzato da Barbara d'Urso De Capitani  ha ribadito che i vigili pescatesi, il giorno di Natale, "come tutti i dipendenti comunali staranno a casa con le loro famiglie". Una provocazione quella del sindaco che ha ricordato che "non ci saranno i vigili, ma magari ci saranno gli altri esponenti delle forze dell'ordine a controllare". De Capitani ha comunque ribadito convintamente che il Dpcm è paradossale. "Hanno trattato l'Italia come se fosse divisa in due. Gli amici del sud faranno bene a fare il cenone alla Vigilia ma noi del nord non potremo festeggiare con i nostri cari il Natale. Le regole devono essere uguali per tutti, il Natale deve essere Natale per tutti".