I dati

Morti nel Lecchese: la fotografia inquietante dei primi tre mesi del 2020 COMUNE PER COMUNE

A confronto i dati del primo trimestre 2019 e quelli dello stesso periodo del 2020: il numero dei decessi è aumentato incredibilmente, soprattutto a marzo. Ben oltre i casi ufficiali di coronavirus..

Morti nel Lecchese: la fotografia inquietante dei primi tre mesi del 2020 COMUNE PER COMUNE
Lecco e dintorni, 23 Aprile 2020 ore 12:44

Numeri. Che non hanno sicuramente valenza scientifica, ma che probabilmente ci permettono di avere un quadro più chiaro (rispetto alle cifre ufficiali) di quanto sia grande la tragedia che sta sconvolgendo il nostro Paese e, in particolare il Lecchese. Abbiamo messo a confronto i dati relativi ai decessi, ovvero i morti nel Lecchese del primo trimestre 2019 e dello stesso periodo del 2020 nei 47 Comuni seguiti dal nostro Giornale perché tante volte, sollecitati in primis dai cittadini, si è posto l’interrogativo che il numero dei morti per Coronavirus sia molto più grande rispetto ai casi conclamati.

LEGGI ANCHE In prima linea contro il Coronavirus tra il dolore dei pazienti e la paura di diventare vettore del Covid. Parla una giovane dottoressa di Lecco FOTO

Morti nel Lecchese: la fotografia inquietante dei primi tre mesi del 2020

Naturalmente non abbiamo una risposta, non sappiamo ad esempio perché Oggiono nel marzo 2019 abbia dovuto piangere per 9 lutti e ora per 23, non sappiamo quanti decessi siano realmente legati al Coronavirus, ma formalmente no. Ognuno potrà trarre le sue conclusioni valutando questi dati che una cosa certa la dicono: dopo un gennaio e un febbraio generalmente in linea con lo scorso anno, a marzo, mese in cui è esplosa l’emergenza sanitaria, c’è stato un anomalo incremento di morti in tutti i Comuni. Tranne pochissime eccezioni, come ad Abbadia (-1) e Valmadrera (-2) e nei piccoli centri dove il computo è rimasto a zero.
Complessivamente a marzo 2020 nei 47 Comuni ci sono stati 385 decessi, 232 in più rispetto ai 153 registrati a marzo 2019.

Un marzo drammatico

Approfondendo lo sguardo sui dati riportati qui sotto emergono situazioni emblematiche. Ci sono comunità come quella di Calolziocorte in cui i decessi sono quasi quadruplicati, passando da 11 a 50, a Ballabio sono esplosi da 1 a 10, a Bellano-Vendrogno da 1 a 9. In altri centri sono più che raddoppiati, a partire da Lecco (101 contro i 45 del 2019), Civate (da 5 a 12), Valgreghentino (da 2 a 7), Olginate (da 6 a 13), o triplicati come a Malgrate passato da 3 a 9.
E ci sono paesi sotto i 3mila abitanti che hanno dovuto fare l’abitudine col suono delle campane a lutto che di solito rintoccano poche volte al mese, come a Dolzago, dove i decessi sono passati da 0 a 7, Ello (da 1 a 8), Vercurago (da 2 a 10), Lierna (da 1 a 6), Introbio (da 0 a 4), Cortenova (da 1 a 6), Perledo (da 1 a 6).
Un boom che non si spiega con le sole statistiche ufficiali, visto che ad oggi (quindi comprendendo anche i casi avvenuti nei primi 10 giorni di aprile), risultano scomparse 157 persone per Covid-19: la differenza è grande e su molte morti rimane il «sospetto» del Coronavirus, anche perché non a tutti, in particolare nelle case di riposo, vengono fatti i tamponi per sapere se sia stato contratto o meno il virus.

Morti nel Lecches, dati Comune per Comune: clicca e scorri le tabelle

15 foto Sfoglia la gallery

Decessi per Covid accertati: numeri aggiornati all’11 aprile 2020

Abbadia Lariana 2
Ballabio 5
Barzio 2
Bellano 4
Calolziocorte 21
Carenno 2
Casargo 0
Cassina V. 0
Civate 6
Colico 3
Cortenova 1
Crandola 1
Cremeno 3
Dervio 2
Dolzago 4
Dorio 0
Ello 2
Erve 0
Esino 1
Galbiate 11
Garlate 2
Introbio 2
Lecco 41
Lierna 1
Malgrate 4
Mandello 8
Margno 0
Moggio 0
Monte Marenzo 0
Morterone 0
Oggiono 7
Olginate 4
Pagnona 0
Parlasco 0
Pasturo 1
Perledo 1
Pescate N.P.
Premana 2
Primaluna N.P.
Sueglio N.P.
Taceno 0
Torre de’ Busi N.P.
Valgreghentino 2
Valmadrera 5
Valvarrone 1
Varenna 0
Vercurago 6

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia