Morti dell’Avello, dopo il furto i progettisti rinunciano al compenso

Lo studio che si occupa del restauro della chiesina di Bulciaghetto ha compiuto un gesto di grande generosità.

Morti dell’Avello, dopo il furto i progettisti rinunciano al compenso
Casatese, 31 Luglio 2018 ore 10:00

Morti dell’Avello, dopo i furti al santuario i progettisti rinunciano al loro rimborso spese.

Morti dell’Avello, nessun compenso per i progettisti

Un progetto ambizioso, reso possibile grazie all’impegno e ai sacrifici di tanti volontari. Un intervento che ha rischiato però di essere vanificato da due furti nel cantiere. E’ quanto successo a Bulciago, nella frazione di Bulciaghetto, quando nelle notti del 21 e del 22 luglio alcuni malviventi hanno fatto man bassa di attrezzature da cantiere. I ladri hanno infatti portato via betoniere, impastrici, sabbiatrici , scalpelli e cacciaviti. A sostegno del restauratore Mario Genovese è intervenuto uno dei progettisti dello studio Sastec progetti srl. “Abbiamo rinunciato al nostro compenso, già bassissimo, per permettere l’acquisto delle attrezzature rubate”.

L’intervista ai progettisti sul Giornale di Merate in edicola da oggi, martedì 31 luglio.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia