Valle San Martino

Monte Marenzo in festa: accolto il nuovo parroco don Angelo FOTO

Campane a festa nella chiesa parrocchiale di Monte Marenzo, dedicata a San Paolo, nella mattinata di domenica 13 settembre.

Monte Marenzo in festa: accolto il nuovo parroco don Angelo FOTO
Valle San Martino, 13 Settembre 2020 ore 11:45

a cura di Mario Stojanovic

Un paese in festa per l’ingresso del suo nuovo parroco. Campane a festa nella chiesa parrocchiale di Monte Marenzo, dedicata a San Paolo, nella mattinata di domenica 13 settembre, per l’ingresso ufficiale del suo nuovo parroco don Angelo Roncelli, proveniente dalla parrocchia di Villongo.

Monte Marenzo in festa: accolto il nuovo parroco don Angelo

Don Angelo Roncelli, 53 anni e originario di Almenno San Salvatore, ha preso il posto dello storico sacerdote di Monte Marenzo don Giuseppe Turani che era rimasto per 12 anni in Valle San Martino. Dopo l’ordinazione sacerdotale, don Angelo è stato parroco a Mariano e Osio Sopra. Successivamente il religioso ha deciso di intraprendere un’esperienza missionaria in Bolivia fino al ritorno in Italia nel 2010 con l’incarico di vicario interparrocchiale di Villongo Sant’Alessandro e San Filastro nella bergamasca. Ora per don Angelo si sono aperte le porte della Valle San Martino e in particolare della comunità di San Paolo a Monte Marenzo.

“La comunità parrocchiale l’accoglie a braccia aperte”

Il nuovo parroco è stato accompagnato da un gruppo di ciclisti di Villongi, insieme anche al sindaco Maria Ori Belometti. Ad attenderlo tantissimi fedeli di Monte Marenzo per una calorosa accoglienza: “La comunità parrocchiale l’accoglie a braccia aperte e col cuore colmo di gioia – ha letto il signor Flavio Bonacina a nome di tutta la comunità di Monte Marenzo – Caro don Angelo abbiamo guardato un po’ alla sua storia per conoscerla meglio. Che vita nonostante la giovane età e quanti interessi. Una lunga presenza in due parrocchie e quasi 10 anni in Bolivia nella missione diocesana. Poi tante passioni: la bicicletta, come il nostro don Giuseppe, il calcio, la musica. Coltivate per diletto personale, ma certamente viste anche come attività complementari ad un sacerdozio che coltiva relazioni con i giovani e ha cura della loro formazione. Siamo certi che quindi non si partirà da zero, perché abbiamo camminato nella medesima direzione con don Giuseppe. Noi confermiamo il nostro impegno per sostenere la sua missione e ci sentiamo ‘convocati’ per la partita più importante, quella di nutrire lo stare insieme con valori umani, senso civico, tolleranza e accoglienza. Come ognuno sa, ci sono gesti che incidono più di mille parole. Uno di questi è sapere che lei ha donato ad uno straniero la sua Uno verde solo perché ne aveva bisogno. Bene, caro don Angelo abbiamo capito come si deve procedere: rimbocchiamoci le mani perché c’è molto da fare e il cammino è lungo”.

“La parrocchia ha un ruolo importante nella comunità”

Presente anche il sindaco di Monte Marenzo, Paola Colombo, che ha accolto così il nuovo sacerdote a nome di tutta l’Amministrazione: “La parrocchia svolge all’interno della comunità un importante ruolo educativo e sociale ed il parroco, soprattutto nei piccoli comuni come il nostro è un punto di riferimento per tutti i cittadini – ha detto il primo cittadino – L’Amministrazione continuerà, come in passato, a collaborare in moto proficuo con la parrocchia per il bene della comunità e per il miglioramento della vita materiale e spirituale dei nostri cittadini. Lei e io siamo i rappresentanti delle istituzioni che hanno, ciascuno nel proprio ruolo, lo scopo di essere al servizio della popolazione e questo è il nostro primo dovere ed è anche il punto di incontro e l’obiettivo che ci accomuna ed in cui ci riconosciamo- E’ con questa certezza, don Angelo, che le rinnovo il più sentito benvenuto: mio personale, dell’Amministrazione e di tutti i cittadini, augurandole un buon lavoro e una serena permanenza a Monte Marenzo”.

Consegnate a don Angelo le chiavi della parrocchia

La prima mattinata a Monte Marenzo di don Angelo ha visto il consueto taglio del nastro, seguito dall’ingresso in chiesa per la prima messa ufficiale del nuovo sacerdote. Durante la celebrazione, con la presenza anche di don Roberto Galizzioli, parroco di Cisano Bergamasco e delegato vescovile, don Angelo ha firmato i verbali e ha ricevuto le chiavi della sua nuova parrocchia.

“Gesù ci racconta, oggi, nella pagina di Vangelo appena pronunziata, che si fermò a pregare in un luogo solitari anche per noi. Oggi ci troviamo insieme a pregare per accogliere il nuovo parroco don Angelo, con lui sperimentiamo che siamo comunità. Anche Monte Marenzo, trovandosi in un luogo montano, è un po’ isolato, ma una parte importante della Valle San Martino – ha detto don Roberto Galizioli durante l’omelia – Oggi ci chiediamo ‘Chi è Gesù per noi?’ Certamente, abbiamo ed avrete, ancora tanta strada da fare, ma con l aiuto del vostro patrono San Paolo ed oggi continuando questo cammino con don Angelo e lasciandoci modellare dalle parole del Vangelo, certamente inizierete un nuovo percorso che vi farà scendere a Gerusalemme, nostro ultimo traguardo di vita, la patria celeste”.

24 foto Sfoglia la gallery
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia