La proposta di Progetto Valmadrera: "Metà degli scrutatori sotto i 28 anni"

Un'idea per coinvolgere e avvicinare sempre più i giovani alla politica.

La proposta di Progetto Valmadrera: "Metà degli scrutatori sotto i 28 anni"
Lecco e dintorni, 19 Febbraio 2020 ore 12:37

In vista del referendum del prossimo 29 marzo, il gruppo Progetto Valmadrera ha proposto che almeno la metà degli scrutatori venga sorteggiata tra gli iscritti all'Albo sotto i 28 anni. Un'idea per coinvolgere e avvicinare sempre più i giovani alla politica.

"Metà degli scrutatori sotto i 28 anni"

"Il gruppo Progetto Valmadrera ha avanzato al sindaco Antonio Rusconi, al Segretario Comunale, al Responsabile dell’Anagrafe e soprattutto ai capigruppo della minoranza, una proposta per modificare le procedure di nomina degli scrutatori, attività che dovrà essere presa in carico nel prossimo periodo dalla Commissione Elettorale, in vista del referendum del 29 marzo 2020 - spiega i membri di Progetto Valmadrera - Nel nostro Comune, negli ultimi anni si è sempre proceduto con un criterio di nomina di scelta dall’Albo degli scrutatori, che ha previsto 2/3 delle scelte da parte della maggioranza e 1/3 da parte della minoranza. Per un dato di maggiore apertura a tutti i giovani, che ne favorisca il coinvolgimento e l’avvicinamento alla politica, e di maggiore trasparenza, Progetto Valmadrera propone che, dalla prossima tornata elettorale, almeno la metà degli scrutatori sia a sorteggio fra gli iscritti all’Albo sotto i 28 anni, sia per la nomina degli scrutatori effettivi, che dei supplenti. Progetto Valmadrera sulla metà dei restanti, come fatto negli ultimi anni, nominerà prioritariamente giovani al di sotto dei 28 anni. Il capogruppo Cesare Colombo confida che la proposta venga accolta e si dichiara disponibile a discuterla e ad approfondirla con gli altri capigruppo".

Seguici sui nostri canali