“Memoria, ricordo e libertà”: venerdì 24 la prima serata a Lecco

Virginio Brivio: "Invito i giovani e gli studenti di Lecco a partecipare a queste serate di approfondimento, per conoscere e comprendere il valore del ricordo, della memoria e della libertà a cui anche il titolo della rassegna si ispira"

“Memoria, ricordo e libertà”: venerdì 24 la prima serata a Lecco
Lecco e dintorni, 18 Gennaio 2020 ore 11:00

Partono il prossimo venerdì gli appuntamenti dedicati alla memoria promossi da Comune di Lecco e Provincia di Lecco e racchiusi in una breve rassegna dedicata intitolata “Memoria, ricordo e libertà”.

LEGGI ANCHE “Eva: diario di una costola” a Spazio Teatro Invito

“Memoria, ricordo e libertà”: venerdì 24 la prima serata a Lecco

Venerdì prossimo infatti, 24 gennaio alle 21, presso l’auditorium Sorelle Villa (Spazio Teatro Invito) di via Ugo Foscolo 42, è in programma “Zingari Lager”, per la regia di Maurizio Stammati, drammaturgia di Alessandro Izzi: si tratta della storia del grande Manush, il saggio buffone che sa rispondere a tutte le domande del mondo, obbligato a montare il tendone del suo circo nell’orrore di Auschwitz. Un viaggio nella musica e nella cultura rom, alla scoperta del Porrajmos, l’Olocausto zingaro, una delle pagine meno conosciute della nostra storia recente. Uno spettacolo che nasce dall’incontro tra il collettivo teatrale Bertolt Brecht di Formia e il gruppo di musicisti Marian Serban, Petrika Namol e Mitika Namol. La rassegna proseguirà lunedì 10 febbraio, con un’iniziativa in occasione del giorno del Ricordo e si concluderà venerdì 24 aprile con uno spettacolo dedicato alla Liberazione. Gli spettacoli saranno a ingresso libero fino ad esaurimento posti.

“Invito i giovani e gli studenti di Lecco a partecipare a queste serate di approfondimento, per conoscere e comprendere il valore del ricordo, della memoria e della libertà a cui anche il titolo della rassegna si ispira” sottolinea il sindaco di Lecco Virginio Brivio.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia