Maltrattava anziani e disabili: Padre Ratti si è chiuso nel silenzio VIDEO

Il religioso non risponde al telefono nemmeno agli amici più cari

29 Settembre 2017 ore 19:51

Padre Ratti, il regligioso oggionese denunciato dalla Polizia di Forlì per maltrattamenti, si è chiuso nel silenzio.

Padre Ratti non commenta

Nemmeno gli oggionesi più vicini al sacerdote sono riusciti a mettersi in contatto con lui. Il frate dell’ordine dei Camilliani, 61 anni, si è trasferito da una decina di anni in Emilia Romagna e in particolare a Predappio. Lì, fino a pochi giorni fa, dirigeva la struttura socio-assistenziale Opera San Camillo. L’altra mattina gli uomini della Squadra Mobile di Forlì hanno fatto irruzione nel ricovero scoprendo una situazione allucinante.

Anziani legati ai letti e ai caloriferi

Almeno sei i casi delle persone che, secondo le forze dell’ordine sono state “legate con bende senza motivazione”. Al momento Padre Riccardo Ratti e una sua stretta collaboratrice sono stati sospesi dal servizio. Sul loro capo pende una denuncia per maltrattamenti. Toccherà ai giudici stabilire le reali responsabilità del religioso nativo di Oggiono.

 

 

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia