Madre centenaria usata come scudo dalla figlia ladra

L'incredibile vicenda è avvenuta a pochissimi chilometri da Lecco. Nei guai una 71enne.

Madre centenaria usata come scudo dalla figlia ladra
Lecco e dintorni, 16 Dicembre 2017 ore 10:28

Che una donna di 71 anni sia stata denunciata per furto continuato e aggravato… di soprammobili è già una notizia. Ma la vicenda  è ancor più incredibile se si pensa alla madre centenaria usata scudo dalla figlia ladra. Sì perchè la donna aveva pensato bene di tentare di sviare ogni tipo di sospetto andando  a fare il suo “shopping” illegale con la mamma  che di anni ne ha ben 102.

Madre centenaria usata come palo

La surreale vicenda è avvenuta a pochi chilometri da Lecco. Le Bonnie&Bonnie (nessun Clyde nella “banda over  in rosa”) agivano a Erba, in provincia di Como.  In realtà sarebbe più giusto parlare al singolare visto che ad essere denunciata è stata solo la figlia. Impossibile infatti capire se l’anziana madre ultra centenaria si fosse resa conto del piano furtivo e del suo ruolo. Ma cosa è successo esattamente?

Il furto di soprammobili

La 71enne residente a Como, appassionata di una nota marca di soprammobili (la Thun) aveva preso di mira un negozio erbese di casalinghi. Per più volte nel corso dell’ultimo mese le commesse del punto vendita l’avevano notata. Era sempre accompagnata dalla madre. E puntualmente, dopo ogni visita, dagli scaffali mancava qualche statuetta. A quel punto ai titolari del negozio non è rimasto che rivolgersi alle forze dell’ordine.

L’intervento dei Carabinieri

Così i carabinieri lariani hanno deciso di vederci più chiaro. Nei giorni scorsi si sono appostati fuori dal negozio. All’interno come sempre c’erano madre e figlia. Quando la 71enne è uscita dal punto vendita tenendo a braccetto la madre è stata fermata per un controllo. Messa alle strette dai militari ha ammesso di aver appena rubato ben tre statuette della Thun dal negozio del valore di circa 60 euro. A quel punto è stata perquisita anche l’abitazione della donna ed et voilà, ecco altre 12 statuette per un valore complessivo di oltre 300 euro.

La denuncia

La 71enne, ai militari , avrebbe riferito di aver rubato animaletti e oggetti natalizi delle ceramiche per fare dei doni di Natale. Una scusa che però non è bastata a discolparla dai reati commessi.

Tutti i particolari sul Giornale di Como in edicola da oggi sabato 16 dicembre

 

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia