Dolore

L’ultimo saluto alla dolce Alessia: “Sei un angelo”

La funzione è stata celebrata nel pomeriggio di oggi, venerdì 20 novembre 2020, al santuario di Bevera di Barzago.

L’ultimo saluto alla dolce Alessia: “Sei un angelo”
Casatese, 20 Novembre 2020 ore 16:34

Un saluto commosso, pieno di emozione, quello rivolto dalla comunità di Barzago ad Alessia Mantonico, la 24enne morta improvvisamente mercoledì scorso. Il funerale è stato celebrato nel pomeriggio di oggi, venerdì 20 novembre 2020, al santuario di Bevera.

Una comunità unita nel dolore

E’ stato il parroco don Giovanni Colombo a celebrare, insieme al vicario padre Stephen, una funzione che ha visto una nutrita partecipazione di persone. Tra loro il sindaco Mirko Ceroli, gli amministratori, i ragazzi del gruppo giovani Quasi Amici: un’intera comunità stretta in un abbraccio simbolico ai familiari della giovane, che nonostante fosse affetta da fibrosi cistica sin dai primi mesi di vita ha sempre lottato con grande coraggio, spendendosi in prima persona per sensibilizzare sull’importanza della ricerca scientifica.

Addio Alessia, sei un angelo

“Siamo tutti frastornati – ha affermato don Giovanni durante l’omelia – Ale è diventata un angelo, siamo sconvolti. Signore, non siamo contenti di essere qui ma tutti vogliamo essere qui, vogliamo esserci, ci sono anche familiari distanti che oggi non possono esserlo fisicamente ma ci sono comunque. Il pensiero di questo giorno è confuso, niente può aiutare e dirci che c’è un senso, il nostro sguardo deve essere capace di sollevarsi perché Alessia è qui, il suo spirito, la sua anima, il suo respiro sono qui e lei oggi vuole esserci. Insieme a lei c’è qualcuno di più grande, il Signore risorto. Quello di oggi non è un commiato civile, è un evento di fede. Alessia dove sei? Sei con Gesù. Sei al sicuro, sei tranquilla, stai meglio di noi”.

Il silenzio sul sagrato

Le sorelle Francesca e Angela hanno letto due lettere e da parte dell’Amministrazione comunale è stato letto un pensiero che proprio Alessia aveva scritto in occasione della Giornata del malato di fibrosi cistica. Al termine della cerimonia funebre, come richiesto proprio dalla giovane, sul sagrato del santuario è stato suonato il silenzio.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia