Menu
Cerca
I dati

L’ufficialità arriverà domani ma Lecco è fuori dalla soglia critica: abbiamo numeri da zona gialla

Mentre procede la campagna vaccinale la fiducia cresce e a Lecco ci si organizza per le sperate riaperture di lunedì 26 aprile. 

L’ufficialità arriverà domani ma Lecco è fuori dalla soglia critica: abbiamo numeri da zona gialla
Cronaca Lecco e dintorni, 22 Aprile 2021 ore 09:44

Sarà necessario attendere domani, venerdì 23 aprile 2021, dopo la riunione del Cts e le ordinanze che verranno firmate dal Ministro della Salute Roberto Speranza, ma  i  numeri parlano chiaro: Lecco è fuori dalla zona critica con una situazione epidemiologica da zona gialla. Mentre procede la campagna vaccinale (qui tutti dati Comune per Comune) la fiducia cresce e a Lecco ci si organizza per le sperate riaperture di lunedì 26 aprile.

L’ufficialità arriverà domani ma Lecco è fuori dalla soglia critica: abbiamo numeri da zona gialla

Secondo i dati messi a disposizione dal dottor Paolo Spada, medico dell’ospedale Humanitas di Rozzano nell’analisi che proponiamo settimanalmente (qui i dati  del 15 aprile) la provincia di Lecco è scesa sotto la soglia critica fissata per la Lombardia (che tiene conto di  dell’incidenza del contagio da Coronavirus sul numero di abitanti, rapportata alla capacità ospedaliera della singola Regione).

L’incidenza, ovvero il numero di casi ogni 100mila abitanti è scesa a 151 a fronte di un limite regionale di 152.

Prosegue anche il calo della media dei casi settimanali, -3% rispetto a sette giorni fa.

.

Questo grafico rappresenta l’andamento di ogni Provincia negli ultimi 30 giorni.

In rosa: nuovi casi giornalieri
In rossa: la media settimanale dei nuovi casi
Linea blu: valore delle variazioni percentuali degli ultimi 7 giorni rispetto ai 7 precedenti (indice della tendenza attuale).

Altro dato positivi riguarda il numero di chiamate al 118 per motivi respiratori.

La situazione a livello regionale

In generale il quadro positivo non riguarda solo il Lecchese, ma l’intera regione Lombardia. Solo quattro province sono attualmente sopra la soglia: Como (175), Sondrio (154), Monza (158) e Mantova (196).