Lecco

Libera Lecco scrive a Gattinoni: “L’economia lecchese non è esente da legami con la ‘ndrangheta”

Alessandra Dolci a capo della Direzione Distrettuale Antimafia (DDA) di Milano: “In Lombardia, quindi anche a Lecco, è riduttivo parlare di infiltrazioni mafiose: siamo di fronte a una presenza strutturale di ’ndrangheta"

Libera Lecco scrive a Gattinoni: “L’economia lecchese non è esente da legami con la ‘ndrangheta”
Lecco e dintorni, 12 Ottobre 2020 ore 12:02

“L’economia lecchese non è esente da legami con la ‘ndrangheta”  e per questo è necessario “nere alta l’attenzione sulla criminalità organizzata”. Questi, in estrema sintesi o contenuti della lettera aperta indirizzata dall’associazione Libera Lecco   al neo sindaco di Lecco Mauro Gattinoni.

Libera Lecco scrive a Gattinoni

Il coordinamento di Libera Lecco  da il  benvenuto al neo Sindaco Mauro Gattinoni.
Come Associazione raccogliamo l’intento e l’auspicio del  Primo Cittadino di essere il Sindaco di tutti e di ciascuno.
Libera è un insieme di associazioni, nomi e numeri contro le mafie. A Lecco è attiva dal 2011: associazioni e cittadini al servizio del territorio con l’obiettivo di tenere alta l’attenzione sulla criminalità organizzata. In primis lavorando con i ragazzi delle scuole sui temi dell’educazione alla cittadinanza attiva e portando la bandiera dei valori e delle azioni di contrasto a tutte le mafie e a tutte le forme di mafiosità.
Durante la campagna elettorale,  protrattasi per oltre 7 mesi a causa della pandemia, ci troviamo costretti ad annotare che nessuno dei candidati sindaci giunti al ballottaggio ha  fatto un riferimento chiaro, negli incontri pubblici, negli interventi sui social e nemmeno nella volata finale per la conquista di Palazzo Bovara, alla preoccupante situazione in cui versa la nostra città relativamente al tema delle infiltrazioni mafiose, in particolare ‘ndranghetiste.
Le interdittive antimafia firmate negli ultimi mesi dal Prefetto Michele Formiglio raccontano una realtà precisa: l’economia lecchese non è esente da legami con la ‘ndrangheta che, ricordiamo, in Lombardia dispone di ben 25 locali!
Queste le parole di Alessandra Dolci a capo della Direzione Distrettuale Antimafia (DDA) di Milano: “In Lombardia, quindi anche a Lecco, è riduttivo parlare di infiltrazioni mafiose: siamo di fronte a una presenza strutturale di ’ndrangheta. E otto volte su dieci è degli imprenditori la prima mossa verso la criminalità organizzata…». Libera Lecco si rende disponibile fin da ora a incontrare il nuovo Sindaco  per progettare insieme il futuro, per una Lecco con gli anticorpi contro la criminalità organizzata sempre più vitali e rinvigoriti da un’azione collettiva che unisca la società civile, le associazioni e le istituzioni, a partire dalla  nuova Amministrazione Comunale.

LEIBERA LECCO

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia