Lecchese trovò cadavere in una valigia. Ora c’è un indagato

Il cadavere in stato di decomposizione era stato ritrovato a novembre da un cacciatore lecchese.

Lecchese trovò cadavere in una valigia. Ora c’è un indagato
Lecco e dintorni, 26 Luglio 2018 ore 15:45

C’è un indagato nella vicenda della morte di Franca Musso, la donna uccisa e gettata in una valigia. A fare il macabro ritrovamento, lo scorso novembre, era stato un cacciatore lecchese in “trasferta” in Piemonte. Adesso c’è un uomo indagato.

Donna uccisa

I Carabinieri di Vercelli hanno indagato in stato di libertà per l’occultamento del corpo di Franca Musso. Si tratta di  un uomo, residente in provincia di Vercelli, con il quale la vittima si frequentava negli ultimi mesi di vita.

Le indagini

Gli accertamenti scientifici svolti, ancora in corso, dovranno chiarire se la morte di Franca Musso sia riconducibile ad un atto delittuoso.  Sono tuttora in corso ulteriori analisi tecnico – autoptiche al fine di stabilire le esatte cause del decesso. Le ulteriori indagini dovranno anche chiarire le motivazioni del gesto.

Un paese sconvolto

La notizia del tragico ritrovamento, effettuato a novembre,  aveva fatto in poche ore il giro di Foglizzo dove  la donna era nata. In via Principessa Iolanda c’è ancora la casa dove aveva vissuto sin dall’infanzia, qui sono rimasti i suoi cari e i ricordi più belli legati alla sua giovinezza. Una famiglia, la sua, molto conosciuta: il padre Dino ha lavorato per tanti anni da falegname insieme alla moglie, mentre la sorella Laura ha sempre condiviso con Franca un profondo legame.
Molto scossi anche gli amministratori, che ancora non sanno darsi una risposta per questo fatto tanto tragico che ha colpito una famiglia rispettabile del paese.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia