Leasing pionieristico per la nuova piscina

Il finanziamento di circa sei milioni di euro per il restyling del nuovo impianto sportivo rappresenta la prima operazione di leasing pubblico su proposta in Italia

Leasing pionieristico per la nuova piscina
Cronaca 18 Novembre 2017 ore 18:36

Un leasing pionieristico quello che ha finanziato con 6 milioni di euro il restyling del centro sportivo comunale di Merate.

Pubblico e privato insieme per un leasing pionieristico

Inaugurato quest’oggi, sabato 18 novembre, il Merate Fitness Village di via Matteotti aprirà al pubblico da domani 19 novembre, per un open day rivolto a tutta la cittadinanza.  La particolarità è che l’impianto è di proprietà comunale e che l’intervento di ampliamento e riqualificazione si è realizzato grazie alla partnership con soggetti privati, ciascuno con un ruolo distinto.

L’esperimento di Merate

“Il Comune di Merate  ha rappresentato un vero e proprio laboratorio, in quanto il project leasing presentato in Italia ha visto coinvolti Iccrea BancaImpresa quale soggetto finanziatore, Italgreen Spa e Tipiesse Srl di Bergamo quali soggetti realizzatori e Gestisport soc. coop. Sportiva dilettantistica come soggetto gestore. La collaborazione tra le diverse figure è avvenuta sin dalla fase progettuale (affidando l’incarico allo Studio di Progettazione J+S di Concorezzo), per poi proseguire in quella realizzativa, finanziaria e ora di gestione dell’opera” ha fatto sapere lo stesso istituto di credito”  spiegano i responsabili di  Iccrea BancaImpresa, che è la banca corporate del Gruppo bancario Iccrea.

“Il progetto di leasing pubblico è anche il primo ad avere in Associazione Temporanea d’Imprese il gestore – spiega ancora Iccrea BancaImpresa – Grazie all’innovativa formula del partenariato pubblico-privato in leasing, il Comune pagherà un canone  per avere la disponibilità dell’impianto. Un canone che non incide nei limiti di indebitamento e quindi nei pesanti vincoli imposti per la redazione dei bilanci pubblici. Il gestore, invece, si assumerà tutti gli oneri e i rischi relativi alla manutenzione del centro. E ne curerà l’attività per l’intera durata del contratto di partenariato.  Offrirà inoltre un contributo in conto gestione che l’ente incasserà annualmente e che coprirà circa il 50% del costo dell’investimento”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli