Introbio

La Valle in lacrime per Margherita, la "bimba dagli occhi belli"

Aveva otto anni e soffriva della sindrome di Rett. I genitori Giuditta e Michele hanno saputo mobilitare il mondo a sostegno delle cure e della ricerca scientifica su questa rarissima malattia neurologica. Per la loro piccola e per tutte le bambine come lei.

La Valle in lacrime per Margherita, la "bimba dagli occhi belli"
Cronaca Valsassina, 22 Luglio 2021 ore 14:45

Dalla Valsassina a Lecco c'è profondo dolore per la scomparsa di Margherita, la "bimba dagli occhi belli".

Addio alla "bimba dagli occhi belli"

Margherita Baruffaldi aveva otto anni ed era affetta dalla Sindrome di Rett. La rara patologia neurologica, di origine genetica, si era palesata quando la piccola aveva poco più di dodici mesi, cristallizzando la sua crescita. Le bambine Rett vengono dette anche "dagli occhi belli" perché, non potendo sviluppare la parola  ed essendo inibite nelle capacità motorie, comunicano appunto con gli occhi.  Avuta la sconvolgente diagnosi, i suoi genitori Giuditta Mascheri e Michele Baruffaldi, che hanno altri due figli maschi, non si sono mai arresi. La famiglia ha anzi ingaggiato una coraggiosa, resiliente e attiva battaglia a sostegno delle cure e della ricerca scientifica per sconfiggere la malattia.

“La cura possibile per Margherita”

Al loro fianco, in questi anni, si sono mobilitate migliaia di persone. Da subito l'Amministrazione comunale di Introbio, il paese della Valsassina dove la famiglia risiede, insieme agli amici, ai commercianti della Valle, alle associazioni e ai semplici volontari avevano realizzato un primo evento benefico il cui ricavato aveva finanziato un progetto di ricerca presso l'istituto San Raffaele
Rett Research Center, affidato alla dottoressa Nicoletta Landsberger. La prima di una serie di iniziativa, senza contare il contributo arrivato da manifestazioni come ad esempio la Resegup di Lecco, “Motori in piazza” in Valsassina. Era nato anche un sodalizio in suo nome, La cura possibile per Margherita”. 

Margherita con papà Michele

 

Si è spenta a Firenze

Margherita si è spenta nella serata di ieri, mercoledì 21 luglio 2021. Si trovava al Dynamo Camp  di Pistoia, per una vacanza nella natura, quando ha improvvisamente  accusato gravi difficoltà respiratorie. Ricoverata all'ospedale di Firenze, non ce l'ha fatta a superare la crisi.