La Fondazione Comunitaria Lecchese presenta il proprio lavoro

Appuntamento il 2 dicembre, con inizio alle ore 10, nella sala convegni del Palazzo delle Paure.

La Fondazione Comunitaria Lecchese presenta il proprio lavoro
Lecco e dintorni, 28 Novembre 2017 ore 16:15

Il lavoro della Fondazione Comunitaria Lecchese verrà presentato sabato prossimo, 2 dicembre, con inizio alle ore 10, nella sala convegni del Palazzo delle Paure. Il presidente Mario Romano Negri illustrerà i “Bandi emblematici provinciali 2017” ma anche la seconda edizione del “Bando 2017 della Fondazione Comunitaria”. «Ogni anno ciascuna provincia dispone di una dotazione di 500 mila euro per finanziare 5 progetti emblematici Nel caso della provincia di Lecco 3 sono già stati deliberati», spiega Negri.

I progetti emblematici del nostro territorio della Fondazione Comunitaria del Lecchese

“Il primo è quello della parrocchia San Lorenzo di Mandello per la creazione di un museo” spiega Negri.  “Il secondo è quello della Like comunity per la creazione di una piattaforma per la ricerca di servizi di qualità per la cura delle persone anziane”. E ancora il terzo della Parrocchia di San Materno riguarda la sistemazione definitiva del convento di Frà Cristoforo a Pescarenico. “Poi vi sono altri due progetti ancora in itinere e che potrebbero essere deliberati prima di sabato, a partire da quello de La Nostra Famiglia di Bosisio”.

Il secondo Bando della Fondazione Comunitaria è caratterizzato da ben 50 progetti

“Le commissioni hanno già approvato i 50 progetti e quindi sabato verranno presentati singolarmente” prosegue Mario Romano Negri. “Il valore complessivo è di 1,3 milioni e alla Fondazione viene chiesto un contributo di 657 mila euro2. La Fondazione ha deciso di fare un regalo al Palazzo delle Paure dotandola di tutti i Pc necessari, l’ambone attrezzato, per utilizzarla al meglio al meglio per le conferenze, incontri, presentazioni di mostre e altro.

La Fondazione ha recentemente pubblicato il rapporto 2016

Il patrimonio comprensivo dei fondi è salito a 22,3 milioni, 10 dei quali erano stati messi all’inizio dalla Fondazione Cariplo. “Questo significa che il territorio in questi anni ha fatto molto bene la sua parte”. Il patrimonio netto è aumentato a 18,1 mentre il reddito della gestione finanziaria è stato di 956 mila euro. “Il rendimento del patrimonio lordo è stato tra il 7,5 e l’8% e questo ci ha permesso di garantire un rendimento netto superiore al 5%, di cui il 4% remunera i fondi patrimoniali, finanzia le erogazioni e ci consente gli accantonamenti prudenziali”.

Una macchina snella

“Le donazioni ricevute hanno subito un lieve rallentamento e si sono attestate a 2,1 milioni. Le risorse per le erogazioni hanno sfiorato i 3 milioni grazie ai proventi della gestione patrimoniale (830 mila euro) e soprattutto alle donazioni provenienti dal territorio (quasi 1,4 milioni) che ormai hanno più che doppiato quelle provenienti dalla Fondazione Cariplo (830 mila euro). La Fondazione si conferma una macchina molto snella le cui spese hanno inciso per il 2,8% Le erogazioni sono state indirizzate prevalentemente al settore sociale (66,3%), al comparto dell’arte e della cultura (31,3%) e all’ambiente (2,4%). I maggiori interventi hanno premiato il territorio di Lecco (60), seguito da Merate (14), Oggiono (13), Lario (10), Valle San Martino e Valsassina (7), Casatenovo (1) e altri (6)»”

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia