Cronaca
bARZAGO

In paese 62 positivi e 38 in quarantena

Una situazione delicata, ma in lieve miglioramento rispetto ai giorni scorsi.

In paese 62 positivi e 38 in quarantena
Cronaca Casatese, 13 Gennaio 2022 ore 08:36

Una situazione delicata, ma in lieve miglioramento rispetto ai giorni scorsi. Così il sindaco di Barzago Mirko Ceroli  definisce la situazione epidemiologica in paese. "Dopo i continui balzi in alto dei numeri di contagiati tra Natale e Capodanno, sembrerebbe ora assistere ad un rallentamento - spiega infatti il primo cittadino -  I dati del 12 gennaio 2022 indicano 62 concittadini positivi al test (di cui 8 indicati come debolmente positivi); a questi si  aggiungono ben 38 casi di familiari indicati come contatto stretto".

Barzago: in paese 62 positivi e 38 in quarantena

Le problematiche, per molti, sono importanti, ma fortunatamente non ci sono casi critici dal punto di vista clinico. "Sono coinvolte intere famiglie e ciò crea disagi per il lavoro e la scuola. Parecchi contatti stretti però sono vaccinati con la "terza dose" e, non avendo sintomi, possono concludere la quarantena in pochi giorni. Tra le famiglie che ho contatto non risultano ricoveri. Il problema principale è che l'ultima variante del virus è molto contagiosa e colpisce tutte le fasce d'età; segnalo casi da 1 a 92 anni. C'è da dire però che l'alto numero di vaccinati in paese riduce di molto gli effetti del virus o li annulla del tutto".

LEGGI ANCHE Coronavirus: 1292 casi a Lecco e 4026 a Bergamo. Raddoppiate le vittime

Resta per tutti, positivi e non, un senso di confusione e di difficoltà ad orientarsi, anche a fronte delle modifiche nelle norme. "Il mese di gennaio ci sta presentando diverse situazioni alle quali stiamo cercando di adeguarci, non senza qualche difficoltà - conferma infatti Ceroli -  nuova gestione dei casi di contagio nelle scuole, distinte per fasce d'età, introduzione del "green pass" rafforzato in più contesti, uso delle mascherine FFP2, obbligo vaccinale, quarantene differenziate e gestione dei vari tipi di tampone. Le trasmissioni televisive e i social poi non sempre ci aiutano nella comprensione e in certi casi sembra che si voglia solo creare tensione sociale di cui non abbiamo  bisogno. Ci interessa invece poter lavorare, frequentare le lezioni, vivere il nostro paese e mantenere le abitudini quotidiane. Vogliamo fare tutto ciò nel modo migliore possibile, proteggendo sé stessi e chi ci sta accanto dalla diffusione dei contagi Nella pratica quotidiana resta sempre valido il mio invito di inizio anno: prestare maggiore attenzione al rispetto delle  principali misure di prevenzione e farle rispettare a chi frequentiamoIn provincia di Lecco sono in corso controlli da parte delle autorità competenti, che sono giunti anche a Barzago e nei comuni limitrofi. ".

L'importanza della vaccinazione

Quindi l'appello accorato del sindaco. "L'unica via efficace per indebolire e arginare il virus senza bloccare le attività e le proprie abitudini quotidiane è di continuare la vaccinazione: completare il ciclo e prenotare la dose addizionale". I barzaghesi che hanno ricevuto la "terza dose" sono già 1250 (erano 1006 il 1° gennaio):  Cala il numero dei concittadini non vaccinati: al 12 gennaio sono 286 (compresi i minori) ma erano 326 ad inizio anno. "Il link per le prenotazioni è sempre attivo: https://prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it/  - ricorda infine il sindaco -  I genitori dei bambini tra 5 e 11 anni troveranno nello stesso sito le informazioni per sciogliere ogni dubbio".