Menu
Cerca
il caso Zaky

Il Comune di Lecco vicino a Zaky e alla sua famiglia

Il Comune di Lecco vicino a Zaky e alla sua famiglia
Cronaca Lecco e dintorni, 10 Maggio 2020 ore 10:12

Il Comune di Lecco esprime la sua vicinanza a Zaky e alla sua famiglia con degli striscioni appesi sulla facciata del municipio.

Il Comune di Lecco e il caso Zaky

Il Comune di Lecco ha accolto e condiviso l’appello di don Angelo Cupini e della Casa sul Pozzo a esporre di nuovo, sulla facciata dell’edificio cittadino più importante, il municipio, lo striscione dedicato a Patrick Zaky, per mantenere alta l’attenzione sulla sua complicata vicenda.

Chi è Patrick Zaky?

Patrick Zaky è un’attivista e ricercatore egiziano di 27 anni, che da settembre frequenta un master internazionale in all’università di Bologna ed è attivista presso l’Iniziativa egiziana per i diritti personali (Eipr). Decide di andare a trascorrere un breve periodo di vacanza nella sua città natale, Mansoura, circa 120 chilometri a nord del Cairo. All’aeroporto della capitale egiziana Zaky viene preso in custodia dalla polizia e “scompare”. Riapparirà il giorno dopo alla procura di Mansoura dove gli vengono contestati diversi reati.

Perché è importante tenere alta l’attenzione sul caso?

A tre mesi dal suo arresto, infatti, il giovane ha subìto purtroppo un nuovo rinvio del processo, che spinge il Comune di Lecco a rilanciare un messaggio di vicinanza al ragazzo e alla sua famiglia con l’auspicio che il caso si risolva presto e nel migliore dei modi.