Menu
Cerca
Il caso del professor Carlo Gilardi

I Comuni lecchesi uniti nell'esprimere solidarietà all'Airoldi e Muzzi

Forte condanna delle accuse, minacce al personale e alla dirigenza dell’ente che hanno impedito lo svolgersi sereno della preziosa attività quotidiana.

I Comuni lecchesi uniti nell'esprimere solidarietà all'Airoldi e Muzzi
Cronaca Lecco e dintorni, 14 Dicembre 2020 ore 11:02

Sabato scorso la manifestazione davanti alla sede della casa di riposo di Lecco, nel rione di Germanedo, è stata forse la goccia che ha fatto traboccare il vaso, o per meglio dire l'evento, ultimo di una serie di "attacchi" alla Rsa che oggi ospita il professor Carlo Gilardi di Airuno, che ha spinto i Comuni lecchesi  a scendere in campo uniti uniti nell'esprimere solidarietà all'Airoldi e Muzzi. Lo hanno fatto attraverso una presa di posizione a firma del presidente del Distretto di Lecco Guido Agostoni e della Presidente dell'Ambito di Lecco Sabina Panzeri che pubblichiamo integralmente.

LEGGI ANCHE 

I Comuni lecchesi uniti nell'esprimere solidarietà all'Airoldi e Muzzi

 Gli enti Istituzionali di rappresentanza dei Comuni intendono ribadire pubblicamente stima e solidarietà nei confronti degli istituti Riuniti Airoldi e Muzzi di Lecco, ente che da sempre è impegnato nell’assistenza agli anziani, garantendo un riferimento per moltissime famiglie e persone, la piena collaborazione con i Servizi Sociali, il rispetto della dignità di ogni persona. Da alcune settimane l’Istituto è al centro di un attacco mediatico che ha generato accuse, minacce al personale e alla dirigenza dell’ente impedendo lo svolgersi sereno della preziosa attività quotidiana.  Gli amministratori locali conoscono la serietà dell’Ente e la cura posta a garantire la migliore qualità di vita alle persone ospiti sostenendone le fragilità e i bisogni relazionali e socio-sanitari, l’attenzione ad ogni persona pur nella complessità che accompagna spesso l’invecchiamento.  Nell’anno in corso l’Istituto ha mostrato una grande capacità di gestire i problemi connessi alla pandemia, cercando di garantire tutte le forme di tutela degli ospiti e del personale, governando al meglio un fenomeno che ha messo in difficoltà le residenze per anziani in tutto il paese. In una fase così difficile per la dirigenza e il personale impegnato a fronteggiare una continua emergenza non possiamo che confermare la massima fiducia e solidarietà, il pieno riconoscimento nel lavoro svolto in favore di ogni persona accolta, di fronte ad una ingiusta campagna denigratoria.

 

Il presidente del Distretto di Lecco Guido Agostoni e della Presidente dell'Ambito di Lecco Sabina Panzeri