Menu
Cerca
Brianza

Giovane brianzolo ubriaco si schianta con l’auto della madre. Arrestato dai Carabinieri

Nei guai un 28enne di Renate

Giovane brianzolo ubriaco  si schianta con l’auto della madre. Arrestato dai Carabinieri
Cronaca Brianza, 02 Febbraio 2021 ore 09:43

Ubriaco, si schianta con l’auto della madre dopo essere sfuggito all’Alt. Arrestato dai carabinieri. E’ successo l’altra notte a Capriano di Briosco, protagonista un 28enne di Renate.

Giovane brianzolo ubriaco si schianta con l’auto della madre. Arrestato dai Carabinieri

Come riportano i colleghi di primamonza.it era passata da poco la mezzanotte di domenica 31 gennaio 2021, quando un giovane è sfuggito a un posto di controllo  dei Carabinieri di Giussano in quel di Briosco. Ha fatto però poca strada perché poco dopo si è schiantato contro un’auto in sosta, finendo la sua corsa.

Il posto di controllo era a Briosco in via Pascoli, a fuggire un 28enne di origini marocchine, residente nel vicino comune di Renate, pregiudicato per svariati reati in materia di stupefacenti e contro la persona.

Il giovane ha forzato l’ “Alt!” intimatogli e ha intrapreso una pericolosa fuga a fari spenti ad altissima velocità. I militari, sono risaliti velocemente sull’auto di servizio e lo hanno inseguito. Giunto in via Galvani, a causa dell’alta velocità e degli effetti dell’alcol, il 28enne ha perso il controllo della propria autovettura, una Toyota Yaris intestata alla madre, e si è schiantato contro un’auto in sosta.

Ha cercato ancora di scappare anche se ferito

A quel punto per i militari è stato facile raggiungerlo anche se il 28enne, nonostante una lieve ferita sulla gamba sinistra, ha cercato nuovamente di filarsela aggredendo i militari, che però lo hanno bloccato e arrestato.

Si è presto capito perché si era dato alla fuga: la perquisizione personale e dell’auto ha infatti permesso di rinvenire denaro contante e materiale per il confezionamento di stupefacente. Il successivo test etilometrico ha rilevato una presenza alcolemica nel sangue di 1,10 gr/l (il limite massimo consentito per mettersi alla guida, ricordiamo, è di 0,50 grammi/litro).

L’uomo è stato pertanto arrestato per resistenza a pubblico ufficiale aggravata, spaccio di sostanze stupefacenti e guida in stato d’ebbrezza, e trattenuto in camera di sicurezza della caserma di Seregno (MB) dove, ieri mattina, in teleconferenza, si è tenuta l’udienza di convalida e il rito direttissimo al termine del quale è stata confermata l’esigenza cautelare che ha posto il giovane agli arresti domiciliari presso l’abitazione di residenza.