Menu
Cerca
Lecco

Gelataio massacrato di botte: i maggiorenni patteggiano. Lavori socialmente utili per la minorenne

Il terribile pestaggio  era avvenuto nella notte fra il 28 e il 29 agosto.

Gelataio massacrato di botte: i maggiorenni patteggiano. Lavori socialmente utili per la minorenne
Cronaca Lecco e dintorni, 14 Maggio 2021 ore 08:30

Due anni e un mesi per Aurora Parisi, 20 anni, e due anni e quattro mesi per  Edoardo Vassena  di 21 anni. Queste le pene patteggiate dai due maggiorenni  accusati di aver massacrato di botte, in una notte di vera follia Maurizio Rusconi, 60 anni, il gelataio massacrato di botte a Belledo.

Gelataio massacrato di botte: i maggiorenni patteggiano. Lavori socialmente utili per la minorenne

Tentato omicidio, questa l'accusa che era stata avanzata dagli uomini della Questura cittadina che li avevano identificati e assicurati alla giustizia. Lesioni aggravate l'accusa contestata dal Pm Paolo del Grosso. Questo il reato per il quale i due, in sede di indagini, hanno scelto la via del patteggiamento. Solo ad Aurora Parisi è stato contestata anche la calunnia visto che nell'interrogatorio aveva tentato di fornire una versione dei fatti che faceva passare la vittima per aggressore. Dopo il patteggiamento la pena, per entrambi, è stata sospesa.

Ma c'era una terza persona persona coinvolta nella brutale aggressione, una giovane che all'epoca dei fatti era minorenne. La giovanissima, che ha ottenuto la così detta messa in prova, espierà la sua pena con lavori socialmente utili.

La terribile aggressione

Il terribile  pestaggio, lo ricordiamo,  era avvenuto nella notte fra il 28 e il 29 agosto. Rusconi, marito della titolare della gelateria di via Turbada a Belledo, era sceso in strada con la moglie per difendere la figlia 25enne e quattro ragazzine di età compresa fra i 16 e i 17 anni che erano state aggredite dal terzetto. Tutto era accaduto poco dopo la una di notte, quando l’esercizio commerciale era chiuso e la famiglia era in casa.  I tre aggressori, come testimoniato dalle vittime si erano scagliati contro il 58enne contro “con una ferocia inspiegabile”.  Mentre l’uomo era a terra le due ragazze, Aurora Parisi e la 17enne lo picchiavano e  Vassena  lo bloccava stringendogli le mani attorno al collo.