Fugge dal compagno violento e viene a Lecco

La giovane mamma si era rifugiata a Lecco ed aveva sporto denuncia

Fugge dal compagno violento e viene a Lecco
02 Novembre 2017 ore 11:30

Fugge a Lecco per  allontanarsi dal compagno violento

Una straniera con due bambini piccoli

Era scappata dalla casa, a Orta Nova nel foggiano a causa delle botte ricevute dal  compagno violento e si era rifugiata a Lecco. Adesso (a distanza di un anno e mezzo) l’incubo di una giovane mamma si è concluso grazie a un’ordinanza di custodia cautelare emessa nei confronti del convivente violento.

I fatti successi il 26 maggio dello scorso anno

I fatti sono successi il 26 maggio dello scorso anno. A notare la giovane donna – spaesata nella sala d’attesa della stazione cittadina – con due bimbi di sei e due anni, era stato il personale delle Fs che aveva allertato gli uomini della Squadra Mobile. Visti i segni di bruciatura sul corpo della donna, gli agenti  avevano accompagnato mamma e figli al Pronto soccorso, dove la donna aveva sporto denuncia.

L’ordinanza al compagno violento

All’uomo è stata notificata l’ordinanza mentre si trovava già in carcere per altra causa.  Si tratta di Costantin Sumar  un 22enne di nazionalità rumena, che è stato interessato dall’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, da parte degli agenti di agenti di Piacenza. Il provvedimento giunge al termine  di un’attività di indagine da parte della Squadra Mobile di Foggia.

Indagato per maltrattamenti

Costantin Sumar è indagato per i maltrattamenti posti in essere nei confronti della compagna convivente di 24 anni e dei bambini della donna avuti da una precedente relazione con un altro connazionale. Inoltre il 22enne è anche accusato di aver causato ripetutamente lesioni personali, anche gravi, sia alla donna sia ai due bambini e di averli  colpiti in più occasioni con calci, pugni e schiaffi. Un trattamento che non ha risparmiato neppure ai due  minori, che ha scaraventato contro il  muro, provocandogli diverse fratture. Non solo. La vittima ha raccontato di violenze inaudite: il compagno le avrebbe provocato  ematomi ed escoriazioni, l’avrebbe percossa con un bastone arrivando a dare fuoco alla maglietta che indossava.

Attualmente è detenuto a Piacenza

Costantin è attualmente detenuto per altra causa presso la Casa Circondariale di Piacenza poiché, tempo fa, aveva  cosparso un congiunto di liquido infiammabile e gli aveva dato fuoco nel sonno. Infatti il 22enne avrebbe deciso di dare alle fiamme lo zio 35enne dopo che gli aveva mosso l’accusa di aver molestato la nipote minore. Il 35enne è ricoverato per ustioni gravi.

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia