Lecco

FridaysForFuture Lecco: il 5° Sciopero Globale per il clima sarà virtuale

"Terminato questo lockdown, dovremo ripensare ai nostri stili di vita"

FridaysForFuture Lecco: il 5° Sciopero Globale per il clima sarà virtuale
Lecco e dintorni, 23 Aprile 2020 ore 10:59

Niente manifestazioni di piazza, niente comizi pubblici, niente slogan e cartelloni colorati. Domani, venerdì 24 aprile, anche a Lecco il 5° Sciopero Globale per il clima, andrà in scena in forma virtuale a causa dell’emergenza sanitaria. Lo annunciano i giovani del FridaysForFuture Lecco.

LEGGI ANCHE In prima linea contro il Coronavirus tra il dolore dei pazienti e la paura di diventare vettore del Covid. Parla una giovane dottoressa di Lecco FOTO

FridaysForFuture Lecco: il 5° Sciopero Globale per il clima sarà virtuale

“Siamo FridaysForFuture Lecco, un movimento apartitico che si batte nella lotta contro i cambiamenti climatici. Il 24 aprile avrebbe dovuto svolgersi il 5° sciopero globale per sollecitare i governi di tutto il pianeta a mettere in campo misure serie e tempestive per contrastare l’incombente emergenza ambientale. Avremmo dovuto riempire le piazze di tutto il mondo, per ricordare che la vita di tutte e tutti noi è messa in pericolo dal collasso climatico. La scienza parla chiaro: quella che da decenni ci avverte dell’emergenza ambientale in atto è la stessa alla base delle disposizioni per contenere la minaccia COVID-19. Per questo metteremo in atto un digital strike, una manifestazione che avrà luogo interamente sul web. Nella giornata di venerdì, direttamente dalle nostre abitazioni, avremo la possibilità di partecipare a varie iniziative proposte da FridaysForFuture Italia. Durante la mattinata ci saranno, infatti, conferenze scientifiche, quiz e dirette con alcuni personaggi pubblici di rilievo. Nel pomeriggio FFF Lecco organizzerà delle dirette per discutere temi legati all’ambiente e nel corso della giornata lanceremo iniziative e flashmob a cui tutte e tutti potranno partecipare. Siamo separati/e da grandi distanze, è vero; ma proprio grazie al web, ci uniremo, costruendo una rete di persone, per lanciare ancora una volta questo messaggio a governi e poteri forti: abbiamo 8 anni per salvare il pianeta dal collasso, minaccia per l’ambiente e per l’intera umanità. La crisi sanitaria che stiamo vivendo è dolorosa per tutte e tutti e ha messo in luce diversi nervi scoperti della realtà in cui viviamo oggi; non a caso molti studi evidenziano come questa crisi sia connessa all’emergenza ecologica: gli effetti del cambiamento climatico sono già visibili, e continueranno a manifestarsi nei prossimi anni, diventando sempre più pesanti. Terminato questo lockdown, dovremo ripensare ai nostri stili di vita. Consumo e produzione andranno trasformati in un’ottica di sostenibilità ambientale e sociale. Non a tutte le generazioni viene data la responsabilità di cambiare davvero la storia, al fine di abitare un pianeta in modo sostenibile, come ospiti e non come usurpatori. Questa è la nostra ultima occasione. Non possiamo permetterci di tornare al passato. Dobbiamo guardare avanti e preparare il nostro Ritorno al Futuro!”

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia