Cronaca
Trovato dai Carabinieri

Evaso dai domiciliari dopo la sparatoria nel bosco della droga: è tornato in manette

Ora è stato trasferito nella casa circondariale di Pecarenico

Evaso dai domiciliari dopo la sparatoria  nel bosco della droga: è tornato in manette
Cronaca Lecco e dintorni, 26 Maggio 2020 ore 14:03

Era stato arrestato a fine settembre  del 2019 dopo una sparatoria avvenuta bosco della droga di Lecco, nel rione di Laorca, tra il capoluogo e Ballabio  e dopo un periodo in carcere era finito ai domiciliari. Ma a marzo di quest'anno era evaso. Ieri i Carabinieri di Lecco lo hanno rintracciato e arrestato di nuovo. Stiamo parlando di Mevljan Hetem, il 23enne di origini macedoni residente a Introbio. Il giovane era stato indagato aver sparato un colpo di pistola che aveva colpito  Ilyasse Kahiri 18 anni,  di origini marocchine, presunto spacciatore, in un bosco vicino al Ponte della Gallina  con l’intenzione di rapinare l’incasso del giovane marocchino.

Evaso dai domiciliari dopo il tentato omicidio nel bosco della droga: è tornato in manette

Nel pomeriggio di ieri 25 maggio 2020 i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Lecco, impegnati in servizio di controllo del territorio, lo hanno individuato  arrestato “Santo Stefano” di Lecco. Hetem, peraltro colpito da ordine di carcerazione emesso il 2 aprile 2020 dalla Procura della Repubblica di Lecco, era evaso dagli arresti domiciliari dove si trovava dal gennaio 2020 dovendo scontare la pena di anni 4 di reclusione una rapina commessa a  Lecco e Ballabio nel settembre 2019. Al termine delle formalità di rito Hetem  è stato trasferito nella Casa Circondariale di Lecco, a disposizione della Autorità Giudiziaria mandante.