Nella giornata di sabato

Escursionisti e fungiatt: numerosi interventi del Soccorso Alpino in Alta Valsassina

Spesso la causa di incidenti e infortuni è da attribuire a scarsa preparazione e imprudenza.

Escursionisti e fungiatt: numerosi interventi del Soccorso Alpino in Alta Valsassina
Cronaca Valsassina, 15 Agosto 2021 ore 08:53

Giornata fitta di interventi, quella di ieri, per il Soccorso Alpino nel territorio lecchese. Spesso la causa di incidenti e infortuni è da attribuire a scarsa preparazione e imprudenza.

La lunga giornata del Soccorso Alpino

La lunga giornata di interventi della Stazione di Valsassina - Valvarrone della XIX Delegazione Lariana del Cnsasè cominicata alle 7.40 a Sant’Ulderico di Casargo, per un cercatore di funghi che si era fatto male a una gamba; sul posto anche l’elisoccorso di Bergamo di Areu (Agenzia regionale emergenza urgenza).

Soccorsi due escursionisti

Poco dopo alle 9.50, a Pagnona, una escursionista si è infortunata lungo il sentiero; sono uscite le squadre del Cnsas e l’elisoccorso di Como. Alle 12.20 a Casargo, Alpe Giumello, si è trattato di una donna che era caduta e aveva riportato alcuni traumi; sul posto erano già presenti alcuni tecnici ma poi è stato inviato anche l’elisoccorso di Milano.

Cercatori di funghi dispersi

Nel pomeriggio, alle 15.20 circa a Vendrogno, attivazione per il mancato rientro di un cercatore di funghi, poi rintracciato. Alle 19.30 altro mancato rientro a Colico, località Villatico, sempre per un fungiatt disperso, poi rintracciato. Pochi minuti dopo, intervento in un alpeggio di Premana: una donna ha avuto un incidente domestico ma, essendo in una zona impervia, è stata recuperata dalle squadre territoriali e portata all’ambulanza.

Interventi evitabili con un po' di prudenza

In pochi giorni sono già diversi gli interventi che riguardano cercatori di funghi: dipende certo dall’alto numero di persone in montagna ma insistiamo sulla prevenzione, perché in alcuni casi è possibile evitare inconvenienti. È molto importante per esempio non andare da soli, comunicare bene dove si ha intenzione di andare, avvisare sugli spostamenti e sugli orari: le attivazioni infatti mettono in campo diverse realtà e impegnano parecchi soccorritori. Responsabilità e attenzione sono quindi sempre raccomandate.