Menu
Cerca

L’emendamento della Lega: sconto del 15% sul bollo auto

I consiglieri regionali Corbetta e Colombo (Lega): “Sconto del 15% con domiciliazione bancaria dal 2020. La Lombardia abbassa le tasse ai cittadini”.

L’emendamento della Lega: sconto del 15% sul bollo auto
Cronaca 14 Dicembre 2019 ore 16:06

Bollo auto, emendamento Lega al Bilancio. I consiglieri regionali Corbetta e Colombo (Lega): “Sconto del 15% con domiciliazione bancaria dal 2020. La Lombardia abbassa le tasse ai cittadini”.

“Sconto del 15% sul bollo auto”

“Uno sconto del 15% sul bollo auto per chi lo pagherà tramite il servizio di domiciliazione bancaria. La proposta, che va nell’interesse di alleggerire per quanto in nostro potere la pressione fiscale sui cittadini, è stata presentata come emendamento al Bilancio e verrà discussa nelle seduta del Consiglio regionale di lunedì e martedì”. Così Alessandro Corbetta e Marco Colombo, Consiglieri regionali della Lega, promotori dell’emendamento che prevede: “Per i pagamenti da effettuare mediante domiciliazione bancaria riferiti a periodi d’imposta successivi a quello in corso alla data del 31 dicembre 2019, la tassa automobilistica è ridotta del 15% rispetto alla vigente tariffa ordinaria”.

“Agevoliamo la vita dei cittadini”

“Il compito della politica, quella fatta bene che siamo abituati a vedere in Lombardia, è agevolare la vita dei cittadini, andando a risparmiare e di conseguenza a far risparmiare loro – spiegano Corbetta e Colombo – La misura che vogliamo introdurre vale oltre 5 milioni di euro in meno di tasse. Siamo l’unica Regione in Italia a prevedere sconti così importanti sul bollo auto”. “L’ulteriore sconto – sottolineano i Consiglieri –, che passerà quindi dall’attuale 10% al 15% richiesto nell’emendamento, sarà attivo, dopo l’approvazione del provvedimento, a partire dall’inizio del 2020. Il risparmio di 5 milioni di euro per i cittadini è calcolato sulla base delle oltre 750.000 posizioni che ad oggi risultano domiciliato. Mentre il Governo giallorosso aumenta le tasse e sceglie di governare contro l’interesse degli italiani, noi diminuiamo la pressione fiscale e lavoriamo per migliorare la qualità della vita dei cittadini”.