Abbadia Lariana

L’Elettromeccanica Zuccoli festeggia 50 anni

L'Elettromeccanica Zuccoli non ha intenzione di fermarsi ai suoi primi 50 anni e guarda già al futuro

L’Elettromeccanica Zuccoli festeggia 50 anni
Lago, 10 Luglio 2020 ore 12:10

La Elettromeccanica Zuccoli S.r.l. di Abbadia Lariana festeggia quest’anno i 50 anni di attività e celebra l’importante traguardo con i suoi collaboratori.

L’Elettromeccanica Zuccoli festeggia 50 anni

Fondata a Mandello del Lario nel 1970 da Ercole Zuccoli, trasformando l’impresa che il padre Pierino aveva costituito a Milano nel 1928, è da mezzo secolo impegnata nella progettazione e realizzazione di cablaggi elettrici di alta qualità per tutti i settori, dall’automotive all’elettromedicale passando per i giocattoli e gli elettrodomestici, con una produzione annua di 3.000.000 di cablaggi semplici e complessi, 5.000 chilometri di cavo tagliati e spellati, 15.000.000 di terminali aggraffati e 2.000.000 di connettori montati. Consociata di Confindustria Lecco (diventata poi Confindustria Lecco e Sondrio) dal 2002, per la quale Ercole Zuccoli è stato vicepresidente del Comitato Piccola Industria, la società ha visto negli anni uno sviluppo costante che ha portato la dirigenza prima a trasferirsi dalla piccola officina di Mandello all’attuale immobile industriale di Abbadia Lariana e, successivamente, sulla fine degli anni ‘90, alla costituzione della Elettromeccanica Zuccoli China.

“Due unità produttive per garantire servizio e qualità in tutto il mondo”

“Due unità produttive per garantire servizio e qualità in tutto il mondo – ha dichiarato Luigi Zuccoli, figlio del fondatore e ora alla guida della società – così da approfondire la partnership con i nostri clienti dislocando le commesse su diverse unità produttive per garantire il miglior rapporto qualità prezzo sulle forniture”.

Importanti le collaborazioni con marchi blasonati del settore motociclistico e con clienti di altri settori, da sempre l’azienda pone grande attenzione alla qualità dei processi produttivi e del prodotto finale, secondo la normativa UNI EN ISO 9001:2008 e certificazione TÜV 2017-2020 per cablaggi elettrici e prodotti co-stampati in PVC e Hot-melt.

L’Elettromeccanica Zuccoli guarda al futuro

Ma la Elettromeccanica Zuccoli non ha intenzione di fermarsi ai suoi primi 50 anni e guarda già al futuro. “Circa ogni tre mesi facciamo un attento esame delle macchine in servizio e ci chiediamo: cosa abbiamo acquistato, o sostituito, in questi ultimi tempi? Se la risposta è: nulla, ci poniamo la domanda: si è fermato il mondo o ci stiamo fermando noi? La risposta è sempre la stessa: noi. E allora pensiamo a cosa sostituire o acquistare e questo ci ha portato ad avere macchine con un’anzianità operativa di circa 5 anni, perché vogliamo essere assolutamente all’avanguardia nelle tecnologie di processo”.

Con questo obiettivo, e pensando anche all’ambiente, la società ha recentemente installato un modernissimo impianto fotovoltaico della potenza di 60 KW con la possibilità di provvedere alla ricarica notturna dei veicoli elettrici (uno già in servizio) che andranno a sostituire l’attuale parco macchine.

Traguardo festeggiato insieme ai collaboratori

Con una cena per festeggiare l’anniversario della fondazione, Ercole e Luigi Zuccoli hanno voluto condividere il traguardo con i loro collaboratori. “Amici, più che collaboratori – ha dichiarato il fondatore – perché è così che ci piace considerarli. Alcuni sono con noi da più di 30 anni, molti di loro li ho visti crescere, assunti ragazzini subito dopo aver terminato la scuola, e con gli anni diventati adulti, cresciuti come uomini e donne responsabili ma anche come lavoratori e professionisti seri. E’ anche grazie a loro se, in questi 50 anni, abbiamo potuto raggiungere gli obiettivi che ci siamo sempre prefissati. E neppure in questi mesi difficili a causa dell’emergenza sanitaria la produzione si è fermata, perché abbiamo la fortuna di avere con noi delle persone responsabili”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia