Econord risponde punto per punto alle accuse del sindacato

Ecco la nota integrale della società.

Econord risponde punto per punto alle accuse del sindacato
Lecco e dintorni, 20 Dicembre 2018 ore 09:01

Econord  risponde punto per punto alle accuse del sindacato. Un presa di posizione netta che intende smontare le segnalazioni, che l'azienda respinge in toto, contenute nel documento con il quale F.P. CGIL – UIL Trasporti – RSU Econord – Lecco annunciavano l'organizzazione di un presidio di protesta dei lavoratori Econord che si svolgerà domani,  21 dicembre alle 12.30 alle ore 14, davanti al Comune di Lecco.

Econord risponde punto per punto alle accuse del sindacato

La replica è firmata dal legale di Econord Spa, l'avvocato Grazia Davoli. Tanti i punti contestati in merito alle affermazioni messe nere su bianco dai rappresentanti sindacali.  A partire dalla frase "Ormai sono mesi che il personale addetto alla raccolta dei rifiuti opera in condizioni lavorative pessime, con continui cambi di orario e mansioni con carichi di lavoro eccessivi". Su questo punto "specifico che le condizioni di lavoro rispettano i principi in materia di sicurezza e igiene sul lavoro, mentre la programmazione degli orari di lavoro ottempera alle richieste dell'Ente appaltante in base alla pianificazione dei servizi disposta dall'ente medesimo  nel rispetto di un orario di lavoro organizzato su turni secondo la previsione del CCNL di categoria" spiega il legale.

Ecco la replica integrale

Con riferimento alle frasi "Tutto ciò costringe i lavoratori a operare in un clima non certo sereno” e “A creare difficoltà è l’atteggiamento di chiusura al dialogo assunto dalla dirigenza rispetto alle nostre segnalazioni” preciso che adottare un dialogo confronto attraverso la realizzazione di un clima sereno per meglio operare è la priorità dell'azienda. Tanto è vero che il presidente del Cda appena preso atto della pubblicazione dell'articolo si è attivato per un confronto con la direzione della società.

Con riferimento alla lamentela "carenza dell’organico (spesso sostituito con il ricorso alle agenzie interinali che hanno già superato di gran lunga la percentuale prevista)" preciso che già da cinque /sei mesi la società Econord spa ha sostituito i lavoratori che hanno cessato il rapporto di lavoro attingendo a nuove risorse nel rispetto della legge. Econord smentisce altresì il superamento del limite in questione.

Con riferimento alla "efficienza e il buon funzionamento dei mezzi aziendali" preciso che i mezzi sono perfettamente funzionanti e nella maggior parte dei casi si tratta di mezzi di recente acquisto mentre i veicoli meno recenti sono utilizzati come mezzi di scorta e, comunque, sono tutti omologati e revisionati.

Con riferimento alla "sicurezza dentro e fuori il  cantiere" Econord spa ribadisce dei limiti e delle condizioni lavorative ivi incluse le norme di cui alla legge 81/08. Quanto alla lamentela fuori dal cantiere non è dato comprendere a cosa si riferisca.

Con riferimento alla frase la "Direzione aziendale ha deciso di gestire il cantiere attraverso metodi “repressivi”, al limite dell’intimidatorio, utilizzando toni minacciosi e poco riguardosi, annunciando contestazione ed epurazioni" le affermazioni sono totalmente generiche e non supportate da fatti specifici e comunque si tratta di affermazioni dai contenuti non veri che si smentiscono. Datori di lavoro e lavoratori sono tenuti al rispetto del Regolamento aziendale e del Codice etico sottoscritti da ciascun dipendente finalizzati all'ottenimento del miglior risultato nell'interesse comune, nel rispetto dei servizi appaltati.

Con riferimento alla frase "Altrettanto poco chiari risultano essere i metodi utilizzati dalla Direzione aziendale per confermare i lavoratori dell’agenzia interinale" preciso che la somministrazione di contratti a termine legittima la risoluzione dei rapporti alla loro naturale scadenza, nell'osservanza delle norme di legge, correttamente applicate sia da Econord spa, soggetto utilizzatore, che dalle agenzie per la somministrazione che assumono il lavoratore il quale non ha legami diretti contrattuali con Econord spa. Debbo riscontare infine che non risulta che  l'azienda sia stata interpellata a riguardo ai fatti di cui l'articolo in questione