Eccidio Valaperta, oltre un centinaio i presenti alla commemorazione

Ricordato ieri sera il 73° anniversario dell'uccisione di quattro partigiani nella frazione di Casatenovo

Eccidio Valaperta, oltre un centinaio i presenti alla commemorazione
Cronaca Casatese, 04 Gennaio 2018 ore 09:08

Eccidio Valaperta, in tanti hanno deciso di prendere parte alla cerimonia di commemorazione dei quattro partigiani che il 3 gennaio del 1945 furono fucilati dalle Brigate Nere.

Eccidio Valaperta

Era il 3 gennaio del 1945 quando Natale Beretta, Nazzaro Vitale, Mario Villa e Gabriele Colombo vennero fucilati dalle Brigate Nere al confine tra il territorio di Casatenovo e quello di Lomagna. Ieri sera dunque, come ogni anno a 73 anni esatti di distanza da una delle pagine più buie della storia casatese, le autorità civili e militari hanno voluto commemorare l’eccidio dei giovani partigiani. La cerimonia si è aperta, come di consueto, con la celebrazione della Messa proprio nella chiesa parrocchiale di Valaperta. Il rione casatese che venne circondando e razziato poco prima della fucilazione dei quattro partigiani.

La fiaccolata

Ieri sera, dopo la Messa, un lungo corteo di fiaccole ha attraversato Valaperta, per via Dante e via della Resistenza. Raggiungendo il monumento costruito in memoria dei quattro partigiani caduti. Presenti alla cerimonia sindaci e assessori di alcuni comuni del territorio, tra cui Casatenovo, Arcore, Bellano, Biassono, Lomagna, Missaglia ed Usmate Velate. Oltre agli agenti di polizia locale, i carabinieri della stazione di Casatenovo, i rappresentanti delle varie sezioni dell’ANPI, gli Alpini, la Protezione Civile. E ancora le altre associazioni del territorio e numerosissimi cittadini. Che con una fiaccola in mano hanno raggiunto il cippo dei caduti e depositato la tradizionale corona d’alloro.

Le parole delle autorità

Giunti di fronte al monumento dedicato a Natale Beretta, Nazzaro Vitale, Mario Villa e Gabriele Colombo, le autorità hanno preso parte ai saluti e ai discorsi di rito. A dare il via sono state le parole del sindaco di Casatenovo Filippo Galbiti.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli