Menu
Cerca
Lecco

Due pirati della strada investono una ragazza in scooter e un pedone e fuggono: beccati con le telecamere

Grazie all'occhio del "grande fratello" individuato anche l'autore di un furto

Due pirati della strada investono una ragazza in scooter e un pedone e fuggono: beccati con le telecamere
Cronaca Lecco e dintorni, 07 Giugno 2021 ore 14:12

Due pirati della strada investono una ragazza in scooter e un pedone e fuggono: beccati con le telecamere. Tecnologia e intelligenza operativa: grazie a questo connubio vincente, il corpo di Polizia Locale del Comune di Lecco - da tempo interessato da un ampliamento e ammodernamento dei sistemi di videosorveglianza territoriale e di lettura delle targhe - è riuscito a risalire ai responsabili di due casi di investimento, omissione di soccorso e fuga e a un caso di furto verificatisi in città nelle scorse settimane.

Due pirati della strada investono una ragazza in scooter e un pedone e fuggono

Il primo caso d’investimento aveva riguardato una ragazza travolta da un’auto mentre era in sella al suo scooter in zona Bione: il responsabile non si era fermato. Partendo dal guscio in plastica dello specchietto retrovisore esterno rinvenuto nel luogo dell’incidente e attraverso l’analisi dei filmati prodotti dal sistema di lettura delle targhe, il personale dell’ufficio sinistri del comando di Polizia Locale ha potuto risalire al modello dell’auto, risalire al responsabile e procedere con la denuncia. Nel secondo caso si è trattato di un investimento di un pedone nei pressi della stazione cittadina: anche qui il responsabile, che si era allontanato senza prestare soccorsi né rilasciare le proprie generalità, è stato rintracciato in un’ora dall’accaduto grazie all’utilizzo della tecnologia e all’analisi dei filmati condotta dalla Polizia Locale.

Grazie all'occhio del "grande fratello" individuato anche l'autore di un furto

Il caso di furto, invece, si era verificato in zona Rivabella: anche qui, grazie al sistema di videosorveglianza territoriale, il comando di Polizia Locale del Comune di Lecco ha potuto risalire alla targa del veicolo utilizzato per compiere il furto, risalire al responsabile e recuperare la refurtiva.

Tutte le operazioni si sono sempre svolte sotto il coordinamento della Procura della Repubblica.